5 validi motivi per partire per l'Erasmus Plus

Di Redazione Studenti.

L'Erasmus Plus è una straordinaria esperienza formativa. Se non ci credi, puoi leggere cinque motivi per partire e le esperienze di chi lo ha fatto

ERASMUS PLUS

Perché partire per l'Erasmus Plus?
Perché partire per l'Erasmus Plus? — Fonte: getty-images

L'Erasmus+ è un'esperienza straordinaria che moltissimi studenti ogni anno scelgono di provare per migliorare la conoscenza dlele lingue ma, soprattutto, per scoprire nuovi posti nel mondo.

Le occasioni di crescita per chi decida di fare l'Erasmus+ sono moltissime: in questo articolo ne vedremo qualcuna, e leggeremo l'esperienza di Luca, che l'erasmus l'ha fatto tanti anni fa, cambiando la sua vita.

PERCHÉ FARE L'ERASMUS PLUS

Ci sono almeno cinque motivi validi per fare l'Erasmus+:

  1. L’Erasmus ti aiuterà ad imparare o migliorare il tuo inglese (e/o un’altra lingua)
    Anche se è possibile imparare una lingua senza muoversi di casa (grazie ad internet), vivere un periodo della propria vita all’estero è un modo formidabile per farlo velocemente. Circondàti da persone che non parlano la nostra lingua, in Erasmus i progressi arrivano in modo facile e veloce. La comunità Erasmus usa spesso l’inglese come lingua di scambio e quindi per i più volenterosi è addirittura possibile imparare/migliorare due lingue.
  2. L’Erasmus faciliterà la tua ricerca di lavoro dopo la laurea
    Non scopro nulla dicendo che oggi parlare l’inglese (e magari una seconda lingua) è un requisito indispensabile per trovare lavoro. Un’esperienza di lavoro all’estero, inoltre, «fa curriculum» e non lascia certo indifferenti i potenziali datori di lavoro. Le azienda si muovono in un contesto sempre più internazionale in cui è necessario confrontarsi con clienti, fornitori e partner stranieri. Un candidato che ha vissuto all’estero offre molte più garanzie sotto questo punto di vista e sarà preferito a chi non si è mai mosso dall’Italia.
  3. L’Erasmus ti insegnerà come cavartela da solo/a in ogni situazione
    Vivere all’estero e lontano dalla propria famiglia obbligano gli studenti Erasmus ad imparare a gestirsi da soli: trovare un alloggio, pagare le bollette, prepararsi da mangiare, gestirsi economicamente...E’ una formidabile esperienza di vita che di sicuro potrà aiutarti quando ti confronterai con il duro mondo del lavoro dove essere indipendenti e sapersela cavare rappresentano competenze fondamentali.
  4. L’Erasmus ti permetterà di migliorare le tue capacità di studiare e lavorare
    So bene che può spaventare molti, ma frequentare uno o più semestri all’estero è alla portata di tutti. La maggior parte dei professori non ti penalizzerà per la conoscenza della lingua (anche se ovviamente è meglio partire un po’ preparati). Non rovinerai la tua media (se ci tieni): nel mio caso l’ho addirittura migliorata! E anche se dovessi perdere qualche punto sulla media del tuo libretto universitario, quello che imparerai è molto più importante per inserirti nel mondo del lavoro. Ti confronterai con un sistema universitario diverso, con un approccio allo studio più orientato alla pratica e avrai probabilmente l’occasione di lavorare in gruppo con studenti provenienti da ogni parte d’Europa e spesso del mondo. Non conosco tante altre esperienze che possono formarti allo stesso modo per migliorare le tua capacità di studio e lavoro.
  5. L’Erasmus ti farà crescere molto come persona
    Questo periodo della tua vita trascorso all’estero ti farà crescere moltissimo dal punto di vista umano: sarai più indipendente, aprirà la tua mente verso paesi e culture diverse dalla tua, ti farà conoscere persone interessanti e preparate che potranno darti stimoli per migliorarti. In pratica, diventerai un’altra persona: più preparata ad affrontare la vita, più appetibile per il mondo del lavoro, più aperta e cosciente del fatto che una volta fuori dall’Università nessuno ti regalerà nulla.Allora, ancora dubbi sull’Erasmus? Sinceramente non bisogna farsi scappare questo occasione: recati subito sul sito web della tua università ed informati sulle date di pubblicazione del bando per inviare la tua candidatura. Sarà una delle scelte che cambieranno la tua vita.

ERASMUS: L'ESPERIENZA

Luca Sadurny si dedica all’apprendimento autodidatta delle lingue da più di 15 anni. È uno dei creatori della popolare applicazione per imparare le lingue MosaLingua. Sul suo blog MosaLingua, offre consigli e condivide risorse e tecniche efficaci per imparare/perfezionare le lingue.

Luca racconta:

Sono passati poco più di 10 anni da quell'istante ma i miei ricordi sono ancora vividi. Ero davanti alla bacheca dell´ufficio Erasmus della mia università e scoprivo qualcosa che avrebbe cambiato la mia vita per sempre: avevo vinto una borsa di studio per frequentare due semestri all'Università di Bordeaux, in Francia. Ero pieno di gioia e tra gli abbracci dei miei meravigliosi colleghi-amici di facoltà quasi stentavo a crederci.

Devo molto all’Erasmus che mi ha fatto crescere molto come persona ed in seguito mi ha permesso di accedere più facilmente al mondo del lavoro. Per tutti gli studenti che oggi hanno dei dubbi su questa esperienza e si chiedono se ne valga davvero la pena, rispondo di sì: ne vale, eccome.