Moda e costume: corsi di laurea e università in cui si studia

Non è semplice trovare la propria strada nel settore Moda e costume: ecco i vari corsi di laurea e master, ma soprattutto i ruoli più richiesti

Moda e costume: corsi di laurea e università in cui si studia
getty-images

Studiare Moda e costume: tutti i corsi di laurea e master

Moda e costume
Fonte: getty-images

Quando all’estero si parla d’Italia, al di là del comparto storico, artistico e paesaggistico, si fa riferimento a cibo e moda. Esiste questa diffusa idea che gli italiani siano propensi al vestire bene, quasi senza sforzo.

Come potrebbero dunque mancare nel nostro Paesi dei corsi di laurea in Moda e Costume. Un salto nel passato consente agli studenti di comprendere pienamente il ruolo di questo ambito nella società. Potremmo non rendercene conto, ma il Costume condiziona la quotidianità di tutti, in maniere differenti. Attenzione rivolta inoltre all’evoluzione delle strategie di comunicazione, ai tanti canali odierni e non solo.

Seguire un corso di laurea in Moda e Costume vuol dire, inoltre, cimentarsi nei primi passi pratici in questo vasto universo. Al conseguimento dell’attestato, si sarà in grado di padroneggiare le basi teoriche connesse alla materia, avendo inoltre accumulato abbastanza esperienza pratica per non essere totalmente dei “novellini”.

Laurea in Moda e Costume: cosa si studia

Importanza viene data alla fase pratica, ovviamente, con un parziale inserimento nel mondo della moda. Prima di poter pensare all’applicazione, però, occorre padroneggiare le necessarie conoscenze teoriche. Parliamo ad esempio della dimensione quotidiana della moda. Come questo settore si applichi nella vita di tutti i giorni e non soltanto in passerella.

Da qui all’analisi della connessione tra moda e corpo, con studio delle differenti fisicità, delle tipologie di capi e non solo. Come detto, però, non si può progredire senza conoscere la storia della moda. Un concentrato di quegli elementi sopravvissuti alla prova del tempo, reinventati e ripensati nel corso dei decenni e fondanti per la moda odierna. A ciò si aggiunge la fashion theory, insegnando agli studenti come analizzare le tendenze, riducendole a elementi semplici da poter sfruttare per creare qualcosa di nuovo. Ulteriore aspetto, decisamente specifico, è legato al mondo dello spettacolo. Si parla dunque di guardaroba di scena, che vale tanto per la passerella che per eventi d’intrattenimento come televisione, cinema e teatro.

Scelte del giusto corso

Quello della moda è un mondo decisamente vasto, che richiede fin da subito una scelta ben indirizzata. Occorre avere le idee chiare su quella che è la propria propensione. Parlare infatti di un corso di studi generale è impossibile. Chi si iscrive a un’accademia o un’università di tale genere, infatti, può optare per il lato comunicativo o per quello del fashion management, per l’ambito sartoriale o quello degli accessori, per citarne alcuni.

È inoltre possibile specializzarsi, optando per i tanti master disponibili. Alcuni strizzano l’occhio specificamente all’alta moda. Altri, invece, sono di più ampio respiro e si concentrano sul design degli accessori. Considerando il clima societario attuale, c’è inoltre un gran numero di studenti che preferisce indirizzarsi verso il campo della fashion sustainability. Chi sogna il mondo dello spettacolo, invece, potrebbe optare per un master per diventare costumista. Non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Corsi di laurea

Sbocchi professionali: i profili più richiesti

Come detto, il mondo della moda è vario e occorre scegliere una strada.

È sempre possibile specializzarsi in altri ambiti nel corso della propria carriera ma, inizialmente, ci si lascerà guidare dalla passione. Per aiutare chi ha le idee meno chiare, però, ecco un’analisi del mercato attuale. Sapere quali sono i profili più richiesti può infatti gettare luce su questo vasto panorama di opzioni.

L’area produzione rappresenta l’insieme di quei processi che consentono la concretizzazione di un’idea, tramutata poi in prodotto. In questo specifico settore è molto richiesta la figura del product manager, responsabile del ciclo di vita dell’intera collezione. A lui tocca l’analisi del mercato, così come lo studio delle esigenze dei consumatori. Al tempo stesso, ovviamente, anche l’analisi delle mosse strategiche della diretta concorrenza.

Nell’area progetto e sviluppo, invece, occorrono sempre più spesso degli abiti project manager, che deve gestire un lavoro di produzione in ogni aspetto, rispettando i tempi e monitorando differenti fasi. Si caratterizza soprattutto per la capacità di lavoro in team e di problem solving.

In questo ambito si richiedono anche numerosi modellisti di abbigliamento, calzature e accessori. Una figura che si pone in mezzo tra stilista e prodotto, in grado di padroneggiare tecniche manuale e programmi di computer grafica.

La moda è però anche creazione e, per quanto sia il settore specifico con maggior concorrenza, si richiedono sempre nuovi stilisti. Una figura dal grande estro e, di fatto, dalla mentalità molto pragmatica. Deve infatti riuscire a studiare il mercato e le tendenze, trovando la giusta via per creare qualcosa di differente, che anticipi i tempi.

Aggiungiamo infine, un breve elenco per ulteriori ruoli per i quali è relativamente facile trovare un collocamento:

  • Store manager;
  • Merchandising manager;
  • Social media manager.

Dove studiare Moda e Costume

In Italia non mancano le opzioni per lo studio di Moda e Costume. Da una parte abbiamo i corsi di laurea delle Università e dall’altra le Accademie, che propongo spesso un rapporto più vicino al mondo pratico. Ecco le proposte più rinomate:

  • Accademia del Lusso – Milano: formazione profili creativi e manageriali per moda e lusso;
  • Polimoda – Firenze: fondata nel 1986, è tra le istituzioni più rinomate d’Italia;
  • Istituto Europeo di Design – Roma e Milano: numerose le sedi nel mondo, per chi volesse studiare all’estero. Si combinano teoria e pratica per approcciare al settore con una visione completa;
  • Naba – Roma e Milano: sguardo rivolto al futuro, per accogliere il cambiamento del settore;
  • Accademia Costume e Moda – Roma e Milano: rinomata per l’interesse verso design, artigianato e sperimentazione.

 

Leggi altri contenuti sui corsi di laurea in Moda e costume

Diventare stilista: i consigli per entrare nel mondo della moda

Le migliori scuole di moda italiane per lavorare nel settore

Un consiglio in più