Prima prova maturità 2017: le dritte del Miur il primo scritto

Di Maria Carola Pisano.

Ecco come il Ministero dell'Istruzione sta cercando di aiutare tutti gli studenti alle prese con l'esame di Stato 2017

PRIMA PROVA MATURITA': CONSIGLI DAL MIUR

Per i maturandi qualsiasi consiglio di questi tempi è ben accetto. E se a darlo è proprio il Ministero dell'Istruzione, ancora meglio! Il Miur sta cercando di arrivare a parlare direttamente con i suoi primi interlocutori: i giovani. E lo fa, quest'anno, affidandosi a video su Youtube diffusi attraverso una campagna condotta interamente sui social network, come Facebook e Twitter. Proprio i social sono lo strumento privilegiato di #NoPanic, la campagna per la maturità, un progetto volto ad aiutare gli studenti ad affrontare con serenità l'esame di Stato.

I consigli del Miur per la maturità
I consigli del Miur per la maturità — Fonte: redazione

Si inseriscono in questo filone i consigli che il Ministero ha deciso di condividere con tutti i maturandi. Come anticipato nel comunicato stampa di qualche giorno fa, in cui veniva annunciata anche la pubblicazione dei commissari esterni, il Miur ha chiarito che avrebbe affidato a personalità di spicco del panorama culturale la comunicazione dei consigli e dei suggerimenti per affrontare la maturità 2017.

MIUR MATURITA' 2017: IL PRIMO VIDEO

Il primo video è stato pubblicato durante il pomeriggio e il protagonista è il professor Serianni, docente di storia della lingua italiana alla Sapienza di Roma. Durante le riprese, Serianni affronta il tema della prima prova e offre agli studenti tre preziosi consigli per affrontarla al meglio:

  • Per la scelta dell'argomento consiglia l'articolo di giornale solo se si ha esperienza di scrittura giornalistica; mentre l'analisi del testo se si ha una buona conoscenza del programma di letteratura affrontato nell'ultimo anno.
  • L'uso della lingua: non ci devono essere errori di italiano e se, come è normale che sia, avete qualche dubbio, controllate sempre il vocabolario. L'argomentazione deve svolgersi con naturalezza e, per questo, bisogna usare bene i connettivi.
  • Per chi opterà per il saggio argomentativo o per il tema di ordine generale, Serianni consiglia di leggere abitualmente, da qui alla prima prova, gli editoriali dei grandi quotidiani come modello di buona scrittura.

Un ultimo consiglio che il professor Serianni condivide è quello di prendersi il tempo di cui si ha bisogno: avrete a disposizione sei ore, perciò non fatevi prendere dalla fretta!

LEGGI ANCHE: