Orientamento università: le migliori lauree per trovare lavoro

Di Maria Carola Pisano.

Orientamento università: le migliori lauree per trovare lavoro. In testa informatica e tecnologie ICT, ingegneria industriale e dell’informazione

MIGLIORI LAUREE PER TROVARE LAVORO

Migliori lauree per trovare lavoro 2021: il rapporto AlmaLaurea
Migliori lauree per trovare lavoro 2021: il rapporto AlmaLaurea — Fonte: istock

Entro le prossime settimane il MUR pubblicherà i decreti per i test d'ingresso 2021 per le lauree ad accesso programmato nazionale e c'è ancora chi è indeciso su quale strada prendere post maturità. Ad aiutare gli indecisi ci pensa il Rapporto 2021 di AlmaLaurea sul profilo occupazionale dei laureati, che ci indica quali sono le lauree migliori per trovare lavoro. 

Il rapporto AlmaLaurea sulla Condizione occupazionale dei Laureati si basa su un’indagine che riguarda 655mila laureati di 76 Atenei e analizza i risultati raggiunti nei mercati del lavoro dai laureati nel 2019, 2017 e 2015, intervistati rispettivamente a 1, 3 e 5 anni dal conseguimento del titolo.

MIGLIORI LAUREE MAGISTRALI BIENNALI PER TROVARE LAVORO

Vediamo quali sono le lauree migliori per trovare lavoro a partire dai dati AlmaLaurea dei laureati magistrali biennali del 2015 intervistati a cinque anni dal conseguimento del titolo. I laureati dei gruppi in informatica e tecnologie ICT, ingegneria industriale e dell’informazione, economico e quelli del gruppo in architettura e ingegneria civile mostrano le migliori performance occupazionali, dal momento che il tasso di occupazione è ovunque superiore al 90%. Sono invece al di sotto della media i tassi di occupazione dei laureati dei gruppi arte e design, letterario-umanistico nonché educazione e formazione (il tasso di occupazione è inferiore all’81%).

Fonte: ufficio-stampa

MIGLIORI LAUREE MAGISTRALI A CICLO UNICO MAGISTRALI

Anche tra i laureati magistrali a ciclo unico, intervistati a cinque anni, si evidenziano importanti differenze tra i gruppi disciplinari: i laureati del gruppo medico e farmaceutico hanno le più elevate performance occupazionali, registrando un tasso di occupazione pari al 93,3%. Al di sotto della media, invece, i laureati del gruppo giuridico, dove il tasso di occupazione si ferma all’80%.

Fonte: ufficio-stampa
Ascolta su Spreaker.