Medicina: boom di iscritti al liceo biomedico per passare il test

Di Veronica Adriani.

Un nuovo canale di accesso al test di medicina: è il liceo biomedico. Il 78% degli studenti del biomedico ha passato il test nel 2019. Ecco cos'è

TEST MEDICINA

Il liceo biomedico può essere un nuovo canale di iscrizione al test di medicina
Il liceo biomedico può essere un nuovo canale di iscrizione al test di medicina — Fonte: istock

Con gli studenti alle prese con la graduatoria del test di medicina e il primo scorrimento, si fa un gran parlare dell'accesso al test più temuto dell'università. Il test di medicina continua a suscitare polemiche: numero chiuso sì o no? La graduatoria nazionale è giusta o sbagliata? E cosa accade a chi decide di studiare medicina all'estero?

Non c'è da sorprendersi, allora, se già dal liceo c'è chi mette le mani avanti, e sceglie un percorso che prepari ad affrontare il test. Come riporta il Corriere, il liceo biomedico è già considerato da molto la porta di accesso a Medicina: non solo gli iscritti sono raddoppiati, ma da quanto emerge il 78% degli iscritti a un liceo biomedico ha superato il test di medicina nel 2019.

LICEO BIOMEDICO, COS'È

Il liceo biomedico - o liceo a curvatura biomedica - è un liceo classico o scientifico sperimentale, nel quale sono presenti 50 ore in più di biologia e laboratori nel triennio. Scrive il Corriere che i numeri - in termini di scuole s tudenti iscritti - sono aumentati sensibilmente:

Da un anno all’altro sono raddoppiate le scuole che hanno attivato il percorso: erano 63 nel 2018/2019, ora sono 135, selezionate tra 400 candidature. 2100 formatori impegnati, di cui 1500 medici. I dati, decisamente incoraggianti, sono stati presentati nel corso di due incontri organizzati al Miur, il 30 settembre e il 7 ottobre, tra presidi e rappresentanti provinciali dell’Ordine dei medici.

TEST MEDICINA 2019

I numeri sono ancora più incoraggianti se guardiamo alla preparazione che il liceo biomedico fornisce a chi sceglie di frequentarlo per iscriversi successivamente a Medicina: il 78% degli iscritti a un liceo biomedico ha passato il test d'ingresso nel 2019. Un risultato più che incoraggiante, anche se la percentuale di abbandono è alta: il 20% degli studenti cambia infatti indirizzo prima di terminare il triennio.

Un aspetto comunque positivo per l'ideatrice del progetto, Giuseppina Princi, che fa notare come anche l'abbandono sia un indice del buon funzionamento dell'indirizzo: chi abbandona capisce prima di tentare il test di non essere portato per la facoltà di Medicina e sceglie di non proseguire nel percorso. Il liceo biomedico, dunque, ha anche un'importante funzione di orientamento universitario.

L'obiettivo è quello di far partire una sperimentazione su scala nazionale, che porti il liceo biomedico a diventare un vero e proprio indirizzo ordinario a partire dal 2020/21. Se così fosse, si potrebbe addirittura pensare al passo successivo: riservare un 70% dei posti delle facoltà di Medicina agli studenti del liceo biomedico, "spalmando" la selezione sui tre anni di corso. Non solo si avrebbe un ingresso graduale dei ragazzi all'interno della professione medica, quindi, ma si eviterebbe anche la formazione privata successiva al liceo, per la preparazione al test. Molto positivo su entrambi i punti anche l'Ordine dei medici.

Tutto ciò che devi sapere sul primo scorrimento di graduatoria: