Test Invalsi 2019: le novità per la maturità

Di Redazione Studenti.

Invalsi Maturità 2019: i test non saranno un requisito necessario per l'ammissione. Ecco tutte le novità

TEST INVALSI 2019 MATURITÀ

Una delle novità introdotte dalla riforma della maturità 2019 era la partecipazione al test Invalsi 2019 obbligatoria ai fini dell'ammissione all'esame di Stato. Questa novità è perà slittata alla maturità del prossimo anno: le prove Invalsi si faranno ma non saranno un requisito per l'ammissione all'esame di Stato. Il Miur ha reso note le date delle prove che si terranno al pc nel periodo di tempo compreso tra il 4 e il 30 marzo 2019. Successivamente l'Istituto Invalsi ha comunicato anche le linee guida e gli esempi per ciascuna delle prove Invalsi di quinta superiore: italiano, matematica e inglese.

INVALSI MATURITA’ 2019

Maturità 2019: Invalsi
Maturità 2019: Invalsi — Fonte: istock

Le prove Invalsi 2019 per la quinta superiore testeranno le conoscenze degli studenti non solo nel campo dell’italiano e della matematica – come fanno i test Invalsi già affrontati durante la seconda superiore – della lingua inglese. La prova di conoscenza della lingua stranierà sarà quindi una delle novità legate a questa prova nazionale, e valuterà le abilità di comprensione e uso della lingua, coerenti con il Quadro Comune di Riferimento Europeo per le lingue. Altra novità è, come abbiamo visto, il fatto che le prove Invalsi non si svolgeranno più con carta e penna, bensì davanti a un PC, come già succede per la terza media.

QUANDO SI SVOLGE L’INVALSI DELLA MATURITA’ 2019

Come abbiamo già visto, il test Invalsi della maturità 2019 non si svolgerà a giugno, nel corso dell’esame. Il Miur ha fatto sapere che le prove Invalsi per la quinta superiore si svolgeranno tra il 4 e il 30 marzo per le classi non campione e tra il 12 e il 15 marzo per le classi campione.

IL VOTO DELL’INVALSI NELLA MATURITA’ 2019

Una delle preoccupazioni che sono sorte tra gli studenti, quando hanno sentito la notizia dell'introduzione del test invalsi di quinta superiore, è stata quella che il voto dell’ Invalsi potesse pesare in qualche modo sul punteggio finale della Maturità. Tranquilli, potete tirare un sospiro di sollievo: non sarà così! Il test Invalsi della maturità 2019 non farà media con i voti della prima prova, della seconda prova e dell' orale e non sarà un requisito d'ammissione.

Questo non toglie, però, che il test Invalsi previsto per la quinta superiore debba essere affrontato con serietà. Nel caso in cui, per comprovati e documentati motivi, ci si debba assentare il giorno della somministrazione della prova, una commissione avrà il compito di istituire una sessione suppletiva.