Maturità: gli studenti più bravi. Lodi e punti bonus nei dati del MIUR

Di Veronica Adriani.

In quali scuole si prende più spesso la lode? Quali sono le regioni con gli studenti più bravi? Ecco i dati del MIUR sulla scorsa maturità

VOTO ESAME MATURITÀ

voto maturità: ecco i dati del MIUR sull'esame dello scorso anno per capire come potrebbe andare l'Esame di Stato 2018
voto maturità: ecco i dati del MIUR sull'esame dello scorso anno per capire come potrebbe andare l'Esame di Stato 2018 — Fonte: istock

Uno dei timori maggiori, appena trascorsa l'ansia da Esame di maturità, è quello che riguarda il voto finale. Come andrà? È possibile aspirare al 100? Sono in tanti a prendere la lode?

Secondo i dati divulgati ieri dal MIUR sull'andamento dello scorso esame di maturità, la lode non è affatto un miraggio, anzi. Certo, però, ci sono alcune scuole in cui è più frequente prenderla rispetto ad altre.

Nel report, anche i dati sulle tracce preferite dagli studenti, le informazioni su quali sono gli studenti più bravi e le regioni in cui per la traccia di matematica si è registrato il maggior numero di sufficienze.

Qualche dato generale, per iniziare. Scrive il MIUR: I diplomati con 100 e 100 e lode nel 2016/17 aumentano dello 0,3% rispetto all’anno scolastico precedente; contestualmente si assiste ad un aumento dello 0,5% dei diplomati con il minimo (60/100).

All’interno degli indirizzi liceali si osserva un aumento dei “bravi” soprattutto tra i maturandi dei Licei classici dove sale di più di due punti percentuali la quota di diplomati che ottiene 100 o 100 e lode. Tra gli indirizzi Tecnici si distingue in particolare l’indirizzo “Chimica, materiale e biotecnologie” con un incremento dell’1,2% di studenti che ottengono il massimo dei voti.
Stabile, invece, negli indirizzi Professionali la quota di diplomati con i voti maggiori.

Numero dei diplomati con lode per percorso di studio
Numero dei diplomati con lode per percorso di studio — Fonte: ufficio-stampa

VOTO MATURITÀ, PUNTI BONUS

Si nota quindi come nei licei il numero di diplomati con lode superi di alcuni punti percentuali quello dei tecnici e dei professionali: 2,0 nei licei, 0,5 nei tecnici e 0,1 nei professionali. A cosa è dovuta questa differenza? Alla maggior difficoltà di alcune scuole rispetto ad altre? Alla maggior predisposizione dei professori nell'assegnare voti alti? O alla minor bravura dei ragazzi? Non c'è una lettura univoca del fenomeno, in realtà. Quello che è certo è che in tutte le scuole - senza distinzione - i professori sono di manica larga quando si tratta di assegnare punti bonus per arrivare al 100.

Numero di diplomati con 100 con e senza bonus
Numero di diplomati con 100 con e senza bonus — Fonte: ufficio-stampa

I punti bonus assegnati - lo ricordiamo, da 1 a 5 - sono stati equamente divisi fra licei, tecnici e professionali. A non beneficiarne sono stati pochissimi alunni: il 2,3% nei licei contro il 25,8% che se ne è visti assegnare ben 5, l'1,5% nei tecnici (contro il 33,3%) e solo l'1% nei professionali, dove ad avere 5 punti bonus è stato invece il 39,8% degli studenti.

Non c'è da temere dunque il giudizio dei prof, e - con un po' di buon senso - neppure quello dei commissari esterni.

Meglio prepararsi per non avere brutte sorprese e affrontare l'esame nel modo migliore. Puoi iniziare a farlo con le guide qui sotto.

MATURITÀ 2018, COME PREPARARSI ALL'ESAME DI STATO