Orale maturità 2018: sei egocentrico? Ecco a cosa devi stare attento

Di Redazione Studenti.

Sei egocentrico? Ecco i comportamenti a cui devi fare attenzione durante il colloquio orale dell'esame di Stato per non attirare le ire dei commissari

MATURITÀ 2018

Iniziamo con un dato: all’esame di maturità un buon carico di autostima aiuta a sostenere meglio la prova: dà carica, senso di sicurezza e predispone positivamente la commisisone. Ma quando si esagera e si sfocia nell’egocentrismo o nel narcisismo ci possono essere delle controindicazioni. Alcuni comportamenti, infatti, potrebbero non essere visti di buon occhio dai commissari esterni e interni, soprattutto in sede di colloquio orale, quando ci si trova faccia a faccia con l’intera commissione.

Se non vuoi rischiare di attirarti la loro antipatia e, magari, una serie di domande a bruciapelo che potrebbero metterti in difficoltà, è meglio fare attenzione a come ti presenterai e interagirai con i prof.

CONSIGLI PER MATURANDI EGOCENTRICI

Orale Maturità: comportamenti egocentrici da evitare
Orale Maturità: comportamenti egocentrici da evitare — Fonte: shutterstock

Ci sono alcuni comportamenti da “maturando egocentrico” a cui è meglio fare attenzione se non vuoi attirare l’ira del commissario di turno alla maturità 2018. Ecco qui qualche dritta che faresti bene a tenere presente prima del colloquio orale di maturità:

  • Attenzione a non parlare troppo: ti senti in grado di conquistare le folle con le tue grandi abilità oratorie? Senti che quando esponi qualche cosa tutti quelli che ascoltano pendono dalle tue labbra? Potrebbe non essere proprio così! Evita di stordire i commissari con fiumi di parole, potrebbe rivelarsi controproducente.
  • Non interrompere i commissari: anche se ti senti preparatissimo e hai già chiaro in mente dove vuole andare a parare un professore quando inizia a farti una domanda, trattieniti e lasciagli il tempo di finire quello che ha da dire. Essere interrotti mentre si parla è molto fastidioso, quindi per evitare le ire dei prof non sovrapporti a loro.
  • Fai attenzione alle critiche: le persone egocentriche hanno la tendenza a sentirsi sempre dalla parte della ragione e fanno fatica a mettersi in discussione. Durante la prova orale della maturità – e soprattutto la fase di correzione dei compiti scritti – questo potrebbe infastidire i commissari. Se i professori ti fanno un’osservazione non prenderla come un attacco personale e non pensare che abbiano torto di sicuro. Fai un po’ di autocritica e non incaponirti!
  • Occhio al look: di solito ti piace attirare l’attenzione di tutti con vestiti particolari e un po’ stravaganti? In certi casi potresti attirare le simpatie di alcuni professori, ma qualche commissario potrebbe non apprezzare la troppa estrosità. Almeno in sede di esame ti consigliamo quindi di optare per dei vestiti un po’ più sobri del solito. Attenzione, non ti stiamo dicendo di vestirti in modo molto noioso, ma di evitare capi troppo appariscenti.
  • Tieni contro degli altri: ricordati che molto probabilmente i commissari hanno già ascoltato altri maturandi durante il giorno e forse ci saranno altri studenti che dovranno parlare dopo di te, quindi non dilungarti troppo durante l’esposizione della tesina, così non sforerai i tempi e non prolungherai la durata dell’orale mettendo così a dura prova la pazienza dei prof, che magari iniziano ad essere un po’ stanchi. Anche se credi che il tuo percorso multidisciplinare sia un lavoro che meriterebbe un lungo approfondimento, cerca di contenerti un po’. Esponi i concetti fondamentali in modo chiaro ed esaustivo, senza divagare per mostrare tutta la tua ampia conoscenza in materia.