Maturità 2023, l'orale non è un'interrogazione: le parole del Ministro

Maturità 2023, l'orale non è una comune interrogazione ma un momento incentrato sulle conoscenze acquisite e sulle scelte future degli studenti

Maturità 2023, l'orale non è un'interrogazione: le parole del Ministro
ansa

Maturità 2023

Maturità 2023, il Ministro Valditara tranquillizza gli studenti
Fonte: ansa

Mentre ci avviciniamo sempre più all'appuntamento con la maturità 2023 e i candidati dell'esame aspettano di conoscere i nomi dei commissari esterni, il Ministro Valditara prova a tranquillizzare gli studenti che vivono questo momento con ansia. Il suo intento? Riportare serenità nelle scuole. 

Orale maturità 2023

"La prova orale di maturità sarà solo un colloquio su quanto si è assorbito durante l'anno e sulle scelte future. Niente più domande su italiano, matematica e preparazione disciplinare. Perciò gli studenti che si stanno preparando in modo stressante all'esame, stiano tranquilli": queste le parole che ha rivolto Valditara ai maturandi di quest'anno durante un discorso tenuto presso la Scuola di formazione politica della Lega a Milano. 

Il colloquio servirà quindi anche a capire le competenze trasversali degli studenti e le loro aspirazioni personali, i loro progetti futuri. Insomma, il colloquio come lo conosciamo è destinato a cambiare a partire da quest'anno: gli studenti possono stare sereni. 

Come funziona l'esame di Stato

Le ultime novità

Un consiglio in più