Maturità, cosa fare se ti capita un autore che non hai studiato

Prima prova, cosa fare se alla maturità ti capita un autore che non hai studiato? Ecco cosa fare per cavarsela al meglio all'esame di Stato

Maturità, cosa fare se ti capita un autore che non hai studiato
getty-images

Maturità

Maturità, prima prova
Fonte: istock

Una delle paure più grandi di chi deve sostenere la prima prova di maturità 2023 è quella di trovarsi di fronte a un autore che non si è studiato: non sarebbe la prima volta, in fondo. La maturità 2017 è passata alla storia - e ancora ricordata da qualcuno con orrore - per aver visto protagonisti i Versicoli quasi ecologici di uno sconosciuto Giorgio Caproni, che hanno gettato nel panico studenti e professori. 

Eppure, anche se il MIUR dovesse decidere di optare per un autore non trattato in classe, c'è modo di sopravvivere eccome. Ecco qualche consiglio per cavarsela nonostante tutto.

Tema argomentativo prima prova maturità

Nel caso di un tema argomentativo, va detto che la questione è più semplice: il tema centrale sarà generico, e anche in caso di autori sconosciuti avrai a supporto dei testi tratti da loro opere, articoli o interviste. In tutti i casi, non ti verrà richiesto di conoscerli o di sapere la loro poetica, ma solo di commentare le loro parole. Per farlo, ti basterà restare aderente al testo, senza troppi voli pindarici. Quindi, attenzione a non attribuire alle parole di un autore che non hai studiato dei significati troppo specifici: potresti sbagliare e andare completamente fuori tema.

Analisi del testo prima prova maturità

Nel caso dell'analisi del testo la questione è un po' più complicata. Come prima cosa da fare, tieni sempre a mente che avrai a disposizione anche altre tracce, dunque se l'analisi del testo contiene del materiale che non conosci, potrai considerarla davvero come l'extrema ratio. Tuttavia, se proprio non potessi scegliere altro, potrai cavartela seguendo dei semplici passi, sia che il testo proposto sia in prosa, sia che sia in poesia (ricorda che da quest'anno avrai entrambi).

  1. Leggi attentamente il testo, cercando di coglierne il significato complessivo.
  2. Leggi le domande del MIUR: cosa ti chiedono? Cerca di identificare nel testo, a grandi linee, le tematiche che dovrai affrontare.
  3. Sottolinea tutti gli elementi stilistici che possono tornarti utili: vocabolario specifico, figure retoriche...
    Cerca sul vocabolario tutti i termini che non conosci e appuntateli.
  4. Torna ora alle domande e cerca di rispondere in maniera puntuale, una alla volta, servendoti degli elementi trovati all'interno del testo.
  5. Se ti viene richiesto di parlare della poetica dell'autore, non improvvisare. Piuttosto, cerca di capire se nella domanda che ti viene posta c'è spazio per approfondimento personale o per parallelismi con altri autori. Se sì, parla dello stesso tema facendo paragoni con altri testi che conosci bene.
  6. Correggi e rileggi il testo.

Come ripassare al meglio per la prima prova

Alcuni consigli per ripassare:

Un aiuto in più per il tuo esame

Ripassa con questi testi scelti per te:

Contenuto sponsorizzato: Studenti.it presenta prodotti e servizi che si possono acquistare online su Amazon e/o su altri e-commerce. Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link presenti in pagina, Studenti.it potrebbe ricevere una commissione da Amazon o dagli altri e-commerce citati. Vi informiamo che i prezzi e la disponibilità dei prodotti non sono aggiornati in tempo reale e potrebbero subire variazioni nel tempo, vi invitiamo quindi a verificare disponibilità e prezzo su Amazon e/o su altri e-commerce citati

Un consiglio in più