Maturità 2022: tracce prima prova sulla guerra

Di Redazione Studenti.

Quali tracce sulla guerra potrebbero uscire al primo scritto della maturità 2022? Esempi di tracce per ogni tipologia e strumenti per approfondire

Maturità 2022

Uno dei temi cardine della prima prova della maturità 2022 potrebbe essere la guerra
Uno dei temi cardine della prima prova della maturità 2022 potrebbe essere la guerra — Fonte: getty-images

Abbiamo già detto come una delle possibili tracce di maturità 2022 potrebbe vertere sul conflitto fra Russia e Ucraina. In verità, gli spunti sono molti, e tutti legati alla cronaca più recente:

Quello che è certo è che la prima prova 2022 potrebbe davvero vertere sulla situazione geopolitica attuale, oltre che, naturalmente, sulla pandemia. Abbiamo raccolto qui tutti i possibili spunti per prepararsi alla prova:

Entriamo ora nel vivo della questione. Il 2022, diversamente dagli ultimi due anni, vede il ritorno alla maturità della prima prova scritta di Italiano. Sette tracce in tutto, divise in questo modo:

Ascolta su Spreaker.

Tipologia A - Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano

L'analisi del testo può essere di due tipi: analisi del testo poetico e analisi del testo in prosa. Questo significa che al momento della consegna delle tracce troverai due tipologe diverse di testo tra cui scegliere. Vediamo nel dettaglio come potrebbero essere le tracce dedicate alla guerra.

Proposta A1: Veglia di Giuseppe Ungaretti

Veglia è una poesia di Giuseppe Ungaretti che si rifà alle esperienze vissute dal poeta sul fronte carsico durante la Prima Guerra Mondiale. La data di composizione risale al 23 dicembre 1915 mentre Ungaretti si trovava in trincea sul fronte della Cima Quattro del Monte San Michele. nell'antivigilia di Natale, anziché celebrare la vita, Ungaretti si trova di fronte alla morte: in trincea con lui c'è un compagno morto da alcune ore.

Per approfondire, puoi dare uno sguardo qui:

Proposta A1: Alle fronde dei salici di Salvatore Quasimodo

Alle fronde dei salici è una poesia molto nota di Salvatore Quasimodo, raccolta in Giorno dopo giorno. Considerata una poesia contro la guerra, descrive l'odio del poeta contro gli oppressori durante la seconda guerra mondiale.

Per approfondire, puoi guardare:

Proposta A2: Il partigiano Johnny di Beppe Fenoglio

Il partigiano Johnny è uno dei testi più famosi sulla Resistenza italiana. Lo scrittore langhigiano ha descritto nel suo libro l'eroismo dei partigiani nel corso della Seconda Guerra Mondiale, e lo ha fatto con una lingua intrisa di anglicismi, che rende piuttosto complessa l'analisi linguistica del testo.

Per approfondire, puoi dare uno sguardo qui:

Proposta A2: Un anno sull'altipiano di Emilio Lussu

Nel suo libro Un anno sull'altipiano Emilio Lussu dà una testimonianza diretta sulla vita dei soldati in trincea, descrivendo l’irrazionalità e il non-senso della guerra. Un altro autore estremamente importante per capire il modo in cui la letteratura italiana abbia trattato il tema della guerra, e un autore papabile per la maturità (molto più di Italo Calvino, uscito con Il sentiero dei nidi di ragno alla maturità 2015).

Per approfondire:

Tipologia B: analisi e produzione di un testo argomentativo

Il testo argomentativo è la seconda tipologia di testo proposta dalle tracce della prima prova di maturità. Scriverlo richiede delle tecniche molto precise, che lo differenziano dai temi tradizionali, ma anche dai saggi brevi, di cui hanno preso il posto. Se non sai come si scrive un testo argomentativo, puoi dare uno sguardo qui:

Di tipi di testo argomentativo ce ne sono moltissimi: ecco perché oggi ti daremo solo alcuni spunti.

In generale, potrai trovarti di fronte a un testo di ambito:

  • artistico,
  • letterario,
  • storico,
  • filosofico,
  • scientifico,
  • tecnologico,
  • economico,
  • sociale.

Proposta B1: Il Guernica di Pablo Picasso

Il Guernica di Pablo Picasso è probabilmente l'opera artistica che più di qualunque altra ha saputo raccontare l'orrore della guerra e fissarlo su tela. Il quadro descrive i bombardamenti sulla città nel corso della guerra civile spagnola.

Picasso è stato a lungo esule dalla Spagna: nel tuo testo potrai parlare quindi anche del ruolo degli intellettuali nella guerra e dell'importanza che ha la loro denuncia degli orrori e dei crimini per la sensibilizzazione dell'opinione pubblica.

Per approfondire:

Proposta B2: La bomba atomica

Il secondo testo aromentativo che potresti trovarti ad affrontare è quello di carattere scientifico-tecnologico. Come non pensare quindi alla bomba atomica e alle figure che - loro malgrado - hanno lavorato alla sua creazione portando avanti la ricerca sullì'energia nucleare? 

Enrico Fermi è stato già protagonista della maturità 2011, ma che dire di Albert Einstein? O delle conseguenze del riarmo nucleare a livello mondiale?

Per il tuo tema, puoi intanto partire da qui:

Proposta B3: Il ruolo dell'Europa nello scenario internazionale

Un aspetto socio-economico che potrebbe essere uno spunto per un tema argomentativo è quello che riguarda il ruolo dell'Europa nello scenario internazionale odierno. L'Europa si sta muovendo compatta sul fronte internazionale, ma le divergenze interne non mancano. Com'è cambiata quindi la situazione dal momento della sua istituzione a oggi? Cosa è cambiato e cosa resta?

Per approfondire:

Tipologia C – Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità

Il tema di attualità è da sempre il rifugio ultimo di ogni studente che non sa dove orientare la sua scelta. Ma quest'anno, dopo una pandemia e con una guerra in corso, anche questa traccia potrebbe mostrare degli aspetti complessi da gestire.

Vediamo quindi quali potrebbero essere le tracce di attualità a tema guerra.

Proposta C1: I diritti umani

Uno dei possibili temi di attualità riguarda, naturalmente, i diritti umani e i crimini di guerra. Ogni guerra, da sempre, comporta gravissime perdite tra i civili e distruzione di intere città. ma anche nelle guerre ci sono - o almeno dovrebbero esserci - delle regole da non ignorare. Colpire volontariamente i civili lontani da obiettivi sensibili, ad esempio, non può essere considerato accettabile in nessuna guerra.  

Il conflitto in Ucraina è stato segnato da denunce di crimini di guerra: dalle violenze nei confronti della popolazione all'uso di armi illegali, passando per le esecuzioni sommarie dei civili inermi. Tutto lascia pensare, insomma, che a conflitto finito si parlerà ancora a lungo delle sue conseguenze.

Per preparare una possibile traccia sui crimini di guerra, puoi partire da qui:

Tema sui crimini di guerra

Proposta C2: la comunicazione della guerra e l'infodemia

All'epoca dei social restare aggiornati su quello che succede nel mondo è ovviamente molto più semplice di un tempo. Questo comporta però anche alcuni rischi: il primo è ovviamente quello di incappare in fake news difficili da identificare; il secondo è quello di non riuscire più a staccarsi dalla lettura delle news.

Se il primo fenomeno è piuttosto conosciuto, il secondo lo è meno: il doomscrolling, cioè, la sensazione di ansia che viene dal leggere compulsivamente le notizie e dal non poterne fare a meno allo stesso tempo, è strettamente collegato all'infodemia, l'eccesso di informazioni che rende difficile stabilire i confini tra verità e opinione.

Per trarre spunti: