Maturità 2022, un prof ne svela i retroscena

Di Marta Ferrucci.

Cosa succede nel "dietro le quinte" di ogni esame di maturità? Lo racconta un prof che sottolinea pochi elementi, ma importanti, che i maturandi non devono assololutamente trascurare.

Maturità 2022, i consigli base da appuntare subito

Maturità 2022, i consigli da un prof
Maturità 2022, i consigli da un prof — Fonte: getty-images

A giugno si torna, dopo 2 anni, ad un esame di maturità quasi normale, con due scritti e un orale. E così anche noi torniamo ai nostri tradizionali consigli questa volta con l'aiuto di un prof che - di esami di maturità - ne ha già qualcuno alle spalle. Quali sono i presupposti da cui partire quando parliamo di esame di maturità? Qual è l'approccio dei professori, cosa pensano degli studenti? E qual è il "minimo sindacale" che ci si aspetta dai maturandi? Ecco qui di seguito pochi - e forse banali - consigli che però non vanno assolutamente sottovalutati.

1 - I prof non vogliono bocciarvi, ma non esagerate!

Partite dal presupposto che i professori non vogliono bocciare gli studenti, anzi: faranno di tutto per dare loro una mano a superare questo importante momento di passaggio. E vale ancora di più ora che i maturandi escono da 2 anni di pandemia, tra dad, quarantene e altre emergenze. Se questo è assolutamente vero, è anche importante dire che per garantirsi un aiuto da parte dei prof bisogna garantire nel corso di tutto l'esame, un livello minimo di qualità sia per come ci si presenta alle prove sia per il livello di preparazione. 

2 - L'educazione prima di tutto

Prima ancora che iniziate a parlare, i prof vi vedranno arrivare. Tenete bene in testa questo concetto: l'educazione prima di tutto!  Comportarsi bene ed essere educati è sempre importante ma all’esame di maturità conta tantissimo. E’ fondamentale avere un atteggiamento rispettoso nei confronti di tutti i prof, presentarsi nel modo migliore.
Attenzione anche all’aspetto: per educazione si intende anche sapersi vestire e proporsi adeguatamente di fronte alla commissione, quindi sì ad un abbigliamento comodo ma non sportivo, ne’ volgare, ne’ fuori luogo perché state andando a fare l’esame di Stato, non una partita di pallone in spiaggia ne’ a passare una serata in discoteca. Si evitino quindi pantaloncini corti, infradito, barba lunga e look trascurato o, per le ragazze, un trucco troppo pesante. Parola d’ordine: abbigliamento consono.

Ascolta su Spreaker.

3 - Non lasciate nulla in bianco (allo scritto). Parlate sempre (all'orale)

Arrivano le domande e, di conseguenza, la commissione si aspetta che arrivino le relative risposte. Ma che succede se proprio quell'argomento non è stato ripassato o se l'ansia sta alimentando il vuoto di memoria? Semplice, girateci intorno. Anche se non sapete esattamente la risposta, dite sempre qualcosa di attinente al tema che vi hanno chiesto. Si può cntestualizzare, parlare del periodo storico, di autori o eventi correlati.... insomma ogni piccolo punto conta.
Se non dite/scrivete nulla, il prof - con tutta la sua buona volontà - non potrà aiutarvi. L’importante dunque è scrivere, parlare… colmare il silenzio, riempire il foglio.

4 - Momento emozione: cosa fare?

Parlare chiaro, chiedere un bicchiere d’acqua. L’emozione non andrà a vostro svantaggio, succede a tutti, riguarda ogni studente.

Scopri i nostri pronostici sulle tracce: