Maturità 2022, perché le prove scritte sono due?

Di Marta Ferrucci.

Perché le prove scritte della maturità 2022 sono due? C'è un senso ben preciso in questa scelta. Ecco qual'è.

Maturità, perché gli scritti sono due

Gli scritti della maturità 2022
Gli scritti della maturità 2022 — Fonte: istock

Qual è il senso di avere due prove scritte all’esame di maturità? La domanda è attuale soprattutto per questo esame 2022 in cui non sono mancate le polemiche per il ritorno di entrambe.  Ma perché i due scritti sono così importanti e complementari? Lo ha spiegato il prof. Serianni – linguista e filologo spesso consultato sui temi della scuola - nel corso di un’intervista al sito Orizzontescuola dove ha ribadito l’importanza di un ritorno alla normalità con il ripristino di prima e seconda prova.

L'importanza del primo scritto

  • Il primo scritto, infatti, è la classica prova di Italiano in cui lo studente ha la possibilità di far valere, oltre che la preparazione, le sue letture, le sue curiosità.
  • Si insiste molto sul far emergere il parere personale degli studenti e sulla valorizzazione di questo.

La seconda prova, ad esempio quella di matematica per lo Scientifico o quelle pratiche per gli Istituti tecnici, sono prove dove la parte più intima e personale dello studente non emerge, così come mancano tutte le sfumature personali che trovano invece spazio nel primo scritto.

Prima prova: l'importanza di allenarsi sull'attualità. Ecco come

Nella prima prova ci sono tracce di attualità, geopolitica, economia, ambiente e altri temi trasversali. Sarebbe giusto che questi, anche durante il corso di studi, trovassero spazio nell’attività didattica partendo da un editoriale giornalistico da smontare in classe e poi proporre agli studenti, un esercizio analogo che andrebbe svolto anche a casa allenandosi su altri articoli, temi ecc… Questa attività darebbe l'occasione agli studenti di cimentarsi con un lessico elaborato, una struttura complessa e affacciarsi su mondi dove la scuola non sempre ha il tempo e l’occasione di affacciarsi. Secondo Serianni, dunque, le prove della maturità strutturate in questo modo sono valide per i motivi sopra esposti anche se sarebbe utile un loro rinnovamento, un adeguamento alla nuova generazione di studenti.

Ascolta su Spreaker.

Contenuti utili sulla prima prova: