Maturità 2022, come sarà la prova per gli alunni BES e DSA

Di Redazione Studenti.

Come sarà la maturità 2022 per gli alunni BES e DSA: ecco cosa dice l'ordinanza sull'esame di Stato. Regole e piano didattico personalizzato

MATURITÀ 2022

Maturità 2022: come sarà per gli alunni con bisogni speciali
Maturità 2022: come sarà per gli alunni con bisogni speciali — Fonte: getty-images

Sulla maturità 2022 si inizia a fare chiarezza dopo l'ordinanza finalmente pubblicata, che mostra anche un sistema di votazione leggermente diverso rispetto a quanto indicato in prima battuta. I voti per le prove cambiano così: 15 punti per la prima prova, 10 per la seconda, 25 per l'orale, da calcolare secondo la griglia di valutazione dell'orale della maturità 2022.

ESAME DI STATO 2022 PER BES E DSA

Ma cosa dice l'ordinanza a proposito degli alunni BES e DSA? Tutto parte, come sempre, dal PDP - Piano Didattico Personalizzato, che stabilisce argomenti e modalità di apprendimento degli alunni con bisogni speciali.

Il PDP consente, tra le altre cose, di:

  • Utilizzare strumenti compensativi per lo svolgimento delle prove;
  • Disporre di tempi più lunghi di quelli ordinari per l’effettuazione delle prove scritte.

PIANO DIDATTICO PERSONALIZZATO

Lo svolgimento delle prove d'esame, attraverso il Piano didattico personalizzato, prevede agli studenti BES e DSA di:

  • Usufruire di dispositivi per ascoltare i testi delle prove scritte in formati “mp3”;
  • Avere a disposizione un componente della commissione che legga i testi delle prove scritte;
  • Per i candidati che utilizzano la sintesi vocale, avere il testo trascritto dalla commissione su supporto informatico;
  • Conseguire il diploma senza che venga fatta menzione dell’impiego degli strumenti compensativi;
  • Vedersi adattare al PDP le griglie di valutazione delle prove scritte e la griglia di valutazione della prova orale.

COME FUNZIONA L'ESAME DI STATO PER I DSA

I candidati DSA possono rientrare in due tipologie:

  • Candidati con certificazione di DSA che hanno seguito un percorso didattico differenziato;
  • Candidati con certificazione di DSA che hanno seguito un percorso didattico ordinario con dispensa dalle prove scritte di lingua straniera.

Nel primo caso hanno diritto all'esonero dall’insegnamento della/e lingua/e straniera/e e sostengono prove differenziate coerenti con il percorso svolto, non equipollenti a quelle ordinarie, finalizzate al solo rilascio dell’attestato di credito formativo.

Nel secondo caso, se la lingua straniera è oggetto di seconda prova scritta, hanno diritto ad essere sottoposti a prova orale sostitutiva della prova scritta.

COME FUNZIONA L'ESAME DI STATO PER I BES

Per i candidati con bisogni educativi speciali dotati di PDP non è prevista alcuna misura dispensativa in sede di esame, mentre è assicurato l’utilizzo degli strumenti compensativi già previsti per le verifiche in corso d’anno.

Ascolta su Spreaker.

Leggi le nostre guide per prepararti all'esame di Stato 2022: