Maturità 2022: gli errori da non fare nell'analisi del testo della prima prova

Di Redazione Studenti.

Prima prova maturità 2022: quali sono gli errori da non fare nell'affrontare l'analisi del testo? Ecco un piccolo vademecum per non sbagliare

PRIMA PROVA MATURITÀ 2022

Prima prova maturità 2022: gli errori da non fare nell'analisi del testo
Prima prova maturità 2022: gli errori da non fare nell'analisi del testo — Fonte: getty-images

L'analisi del testo è una delle tre tipologie della prima prova maturità 2022, che quest'anno si svolgerà il 22 giugno. A differenza delle altre due tracce, l'analisi del testo non è mai cambiata nel tempo, eccetto per il fatto che nel tempo ha raddoppiato la sua presenza al primo scritto, portando sui banchi sia un testo poetico che uno in prosa.

Per arrivare davvero preparati alla maturità 2022 l'ideale è prepararsi su tutte le tipologie, in modo da avere più chiaro, il giorno dell'esame, come affrontare la prova e soprattutto quale scegliere fra le tre, evitando errori ponderando bene i temi e il tempo a disposizione.

ANALISI DEL TESTO MATURITÀ 2022

L'analisi del testo, come dicevamo prima, è lo scritto meglio conosciuto dagli studenti, soprattutto perché affrontato ripetutamente nel corso dell'anno. Si compone di uno stralcio di testo, in prosa o in poesia, e di una serie di domande a cui rispondere per sviscerare al meglio temi, stile e figure retoriche presenti nel brano.

Tecnicamente, quindi, quello che devi fare di fronte a un'analisi del testo è proprio leggere e comprendere, per poi rispondere al meglio nel merito.

Ascolta su Spreaker.

ANALISI DEL TESTO: ERRORI DA NON FARE

Vediamo quindi quali sono gli errori più frequenti nei quali potresti incappare se decidi di affrontare l'analisi del testo:

  • Non leggere il testo con attenzione
    Questo è l'errore più classico: non leggere il testo significa non sapere fisicamente da che parte cominciare, e soprattutto rischiare di andare fuori tema. La conseguenza più evidente? Perdere tempo e arrivare alla fine della prova con maggiore stanchezza e fretta di concludere. Oppure, sbagliare del tutto la prova. Occhio quindi a tutti i dettagli!
  • Non pianificare il lavoro
    Quando devi rispondere a più domande, è importanche che pianifichi una strategia. Quali sono le domande più complesse, sulle quali vale la pena ragionare? Quanto tempo ti occorre per ricopiare in bella? Sulla base delle attività che sai di dover portare a termine, suddividi le ore a disposizione e cerca di restare nei tempi.
  • Non conoscere a fondo l'autore del brano
    L'analisi del testo non prevede necessariamente che tu conosca nei dettagli tutta la produzione dell'autoree che ti trovi di fronte: si può fare un'ottima analisi del testo anche con autori del tutto ignoti. Ma di fronte a una prova così importante, sapere di cosa stai parlando ti può dare davvero una marcia in più. Se un'analisi del testo su Caproni non prevede necessariamente che tu conosca l'autore o il contesto, una su Pirandello sì. Attento, quindi, quando scegli un autore ben studiato a scuola: dovrai conoscerlo nei minimi dettagli!
  • Non badare al linguaggio specifico
    A differenza delle altre tracce, l'analisi del testo richiede una conoscenza molto approfondita del linguaggio tecnico. Dovendo riconoscere figure retoriche, stili di scrittura o metrica di un testo, sarà necessario che tu conosca al meglio il modo di parlare di tutto questo. Se non ti senti forte sugli aspetti tecnici, insomma, meglio scegliere un'altra traccia!
  • Non rileggere e correggere gli errori
    Con l'analisi del testo il detto buona la prima! non vale. Prima di consegnare - questa traccia o qualsiasi altra traccia che sceglierai - sarà importante rileggere il testo, correggere evntuali errori e semplificare ove possibile, assicurandosi che quello che si è scritto sia chiaro e scorrevole.

Leggi le altre guide: