Maturità 2022, cosa rimane da decidere sull'ordinanza

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2022, ordinanza: secondo le ultime anticipazioni l'ultimo nodo che rimane da sciogliere è quello legato ai voti delle prove

MATURITA' 2022 NOVITA'

Maturità 2022, ordinanza: cosa rimane da definire
Maturità 2022, ordinanza: cosa rimane da definire — Fonte: getty-images

Dopo aver ricevuto l'ok di Camera e Senato il Ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi dovrà solo firmare l'ordinanza che regola la maturità 2022, reintroducendo quindi ufficialmente i due scritti - di cui uno ministeriale - e l'orale che sarà articolato in tre fasi.

AGGIORNAMENTO: il Ministero ha appena pubblicato l'ordinanza di maturità 2022, confermati gli scritti e novità sui voti! 

Sia la Camera che il Senato hanno invitato il Ministro dell'Istruzione a ripensare i voti delle prove: attualmente, infatti, la valutazione finale sarebbe composta da 50 punti derivanti dai crediti e gli altri 50 dalle prove (15 per la prima prova, 15 per la seconda e 20 per il colloquio). La richiesta è quella di abbassare i punti delle prove scritte per aumentare invece quelli assegnabili all'orale. 

ORDINANZA MATURITA' 2022: COSA RIMANE DA DEFINIRE

Secondo le anticipazioni del Sole24ore per l'uscita dell'ordinanza da definire rimarrebbe solo il punto legato alle valutazioni, mentre il resto verrà confermato. Non resta che aspettare l'uscita ufficiale, che potrebbe avvenire quindi nei prossimi giorni. 

Ascolta su Spreaker.

Leggi le nostre guide per prepararti all'esame di Stato 2022: