Maturità 2021: solo orale e tesina, la nuova petizione è online

Di Redazione Studenti.

Maturità 2021, solo un'unica prova orale accompagnata dalla tesina: la petizione lanciata da due liceali toscane

MATURITÀ 2021

Jessica Sauro e Pamela Zatini, fondatrici della petizione per la maturità 2021
Jessica Sauro e Pamela Zatini, fondatrici della petizione per la maturità 2021 — Fonte: photo-courtesy

Il mondo della scuola è in fermento: l'11 gennaio gli studenti hanno organizzato uno sciopero contro la DAD, per chiedere una scuola sicura e in presenza; di recente è nata una petizione che chiede di annullare gli esami di Stato, in virtù del fatto che i maturandi di quest'anno hanno concluso anche l'anno scorso in DAD; ed è da poco nata un'ulteriore petizione che non chiede l'annullamento dell'esame, ma un ritorno al format della maturità dell'anno scorso: un orale ma completo di tesina

A proposito dello svolgimento, secondo le anticipazioni le ipotesi al vaglio del MIUR sarebbero due: ecco quali.

ORALE MATURITÀ 2021

Jessica Sauro e Pamela Zatini, due ragazze che frequentano il quinto anno del Liceo delle Scienze Umane di San Giovanni Valdarno, in provincia di Arezzo, vorrebbero portare la loro proposta all'attenzione della Ministra Azzolina e lo stanno facendo raccogliendo i pareri di tutti i firmatari: "Abbiamo lanciato questa iniziativa, la quale consiste nel compilare un modulo Google nel quale sono presenti domande inerenti alla scuola e principalmente all’esame di maturità. Abbiamo creato questo modulo nel quale ogni studente d’Italia può esprimere la propria opinione e la propria proposta su come dovrà svolgersi la maturità 2021. Ad oggi, la proposta che emerge dal nostro modulo è quella di svolgere un’unica prova orale accompagnata da una tesina nella quale gli studenti che hanno potuto fare le ore di PCTO (anche negli anni precedenti) potranno inserire la loro relazione su quest’ultimo. Inoltre, come sappiamo, quest’anno è stata inserita un’altra materia: educazione civica, la quale la si potrebbe ricollegare sempre all’interno della tesina o si potrebbe presentare un elaborato/relazione a parte. Con ciò vorremmo far sentire la nostra voce, ma non come protesta, ma in quanto vogliamo riuscire a far valere i nostri diritti, in quanto saremo noi i protagonisti del nostro futuro."

Jessica Sauro e Pamela Zatini vogliono sostenere l'esame, non annullarlo: "Noi non siamo totalmente d’accordo sull’annullamento definitivo dell’esame di stato in questo esso costituisce il culmine di un percorso di vita molto importante nella vita di ogni singola persona. Non si tratta di una semplice formalità o di un qualsiasi voto finale. Tutti noi studenti sogniamo i nostri 100 giorni dal primo giorno in cui abbiamo messo piede alle superiori, la notte prima degli esami, l’ansia prima del giorno tanto atteso. Con ciò pensiamo che un’unica prova orale agevolerebbe gli studenti in quanto in DAD non siamo riusciti a fare tante prove scritte così da poterci preparare ad un tema di italiano o ad una seconda prova con la materia d’indirizzo! Restiamo dell’idea che se l’esame dovesse restare quello tradizionale e non si dovesse svolgere in totale sicurezza, allora in tal caso saremmo d’accordo sull’annullamento. Ma prima di ciò possiamo proporre noi un’alternativa!"

Durante la prova orale della maturità 2021, secondo Jessica e Pamela si può ben ritornare alla discussione della tesina, grande assente delle ultime due maturità, che secondo il loro parere "creerebbe molta meno ansia e molta meno preoccupazione". Questo perché è giusto che i maturandi di quest'anno vivano l'esame con serenità, specie dopo due anni scolastici in DAD: "la DAD è stata penalizzante soprattutto perché molto spesso si hanno problemi di connessione, dovuti al sovraccarico di utenti collegati sulle varie piattaforme." E aggiungono: "non possiamo e non siamo in grado di svolgere prove scritte essendo che in DAD abbiamo fatto pochissimi, se non nessun compito scritto, in quanto i professori preferivano appunto le interrogazioni (giustamente)." Queste, però, non sono solo vuote giustificazioni, come puntano a sottolineare le due maturande: "non dobbiamo sottovalutare il lavoro che abbiamo fatto, in quanto siamo grandi e responsabili a tal punto di capire la situazione in cui siamo e per capire che la DAD è servita a tutelare la nostra salute e la salute dei nostri cari e si può studiare anche così! Basta essere corretti con noi stessi e con gli altri."