Maturità 2021 robusta e a fine giugno: cosa sappiamo finora

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2021 robusta e a fine giugno: le ipotesi che arrivano dal nuovo Governo. Ecco cosa sappiamo finora

MATURITÀ 2021

Una maturità 2021 robusta e posticipata a fine giugno è possibile? Le prime indicazioni di Mario Draghi rivelano un'attenzione particolare alla scuola. Si pensa a un esame di Stato robusto e al recupero delle lezioni nei primi mesi estivi, orientativamente il calendario scolastico si allungherebbe quindi di due settimane circa.

MATURITÀ 2021, SLITTA A FINE GIUGNO?

Il nuovo Ministro dell'Istruzione si dovrà occupare della questione della maturità 2021 e del suo svolgimento. Azzolina avrebbe dovuto decidere sull'esame di Stato tra gennaio e febbraio ma tutto è stato lasciato in stand by e gli studenti del quinto al momento non hanno informazioni precise sulla maturità. Quello che si ipotizza, come lascia intendere Repubblica, è che il nuovo Governo sarebbe orientato verso una prova più robusta rispetto a quella dell'anno scorso, che potrebbe consistere nello svolgimento di un compito d'italiano e di un orale rinforzato. 

Con il prolungamento dell'anno scolastico la maturità potrebbe essere spostata a fine giugno ma non oltre, considerate le temperature di luglio.

MATURITÀ 2021, OCCHI PUNTATI SU INVLASI E PCTO

Occhi puntati anche sui requisiti d'ammissione, Invalsi e PCTO. L'anno scorso non erano considerati tra i requisiti per accedere alla maturità ma, come segnala Repubblica, si potrebbe ipotizzare un recupero delle Invalsi - che dovrebbero svolgersi dal 2 al 31 marzo - che si possono somministrare in sicurezza con i dovuti scaglionamenti. Per quanto riguarda l'esperienza PCTO, ex alternanza scuola lavoro, farà sicuramente parte dell'esame, probabilmente del momento orale.

Fonte: istock