Maturità 2020, ecco come sarà l'esame in presenza

Di Maria Carola Pisano.

Esame di Stato, un quotidiano nazionale anticipa la volontà della Azzolina di svolgere l'esame di maturità 2020 in presenza. Ecco i dettagli

NEWS MAXI ORALE MATURITA' 2020

News maxi orale maturità 2020
News maxi orale maturità 2020 — Fonte: istock

E' ormai certo che non si tornerà più in classe fino a settembre ma un'eccezione si farà per la maturità 2020, ovvero per lo svolgimento del maxi orale (in cui potrebbe tornare anche la tesina) che prenderà il via il 17 giugno. L'esame in presenza si potrà fare anche perchè - per quella data - quasi tutte le regioni avranno raggiunto un livello di contagi pari a zero, il punto di partenza per tornare ad una situazione di semi normalità.
A supportare questa scelta c'è anche il fatto che le scuole, ormai vuote, potranno garantire ai maturandi il rispetto degli standard di sicurezza.

IL VOTO DEL MAXI ORALE

Come funzionerà il voto? Le ipotesi al vaglio sono due:

  1. 40 punti che arriveranno dai crediti e 60 dall'esito del colloquio (è questa l'ipotesi che circola di più negli ultimi giorni)
  2. 50 punti dai crediti e 50 dal colloquio

ESAME DI MATURITA' 2020: MAXI ORALE

Dunque l'esame di maturità si svolgerà in classe e non online. La decisione non è stata ancora ufficializzata ma è l’obiettivo che si è posta la ministra Azzolina secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore. I primi di maggio, con una ordinanza ministeriale, arriverà la decisione ufficiale se il maxi orale sarà in presenza – come sembra – oppure da remoto. Per garantire il distanziamento necessario, si cercherà di scaglionare al massimo le presenze. L’esame di Stato potrebbe partire già il 17 giugno, data ufficiale di avvio della maturità 2020, inizialmente per la prova di Italiano.
I dettagli sulla procedura si sapranno solo a ridosso della prova, con un protocollo di sicurezza messo a punto dalle autorità sanitarie.
Le altre notizie che aspettano i maturandi sono quelle relative ai commissari: per conoscerne i nomi bisognerà aspettare, rispettivamente, il 30 aprile (per gli interni) e il 21 maggio (per gli esterni).
In mezzo a queste notizie – ancora molto incerte per i maturandi  - arriva una buona notizia da Gianni Rezza, Direttore del reparto Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità, in un’intervista ad un quotidiano nazionale: le vacanze al mare si potranno fare perché acqua di mare e sabbia non costituiscono un problema; non c’è rischio di essere infettati nuotando o stando in spiaggia. Fondamentale sarà mantenere il distanziamento sociale.

ESAMI DI STATO: LE PAROLE DELL'AZZOLINA

La ministra Azzolina ha cercato di rassicurare gli studenti con un post nel suo profilo ufficiale Facebook

"Ho letto l'appello di Paolo Giordano sul Corriere della Sera: chiede di svolgere l'orale degli Esami di Stato in presenza. Come docente conosco bene il peso specifico che questa prova ha nella vita dei nostri ragazzi. Mi sono battuta fin dall'inizio dell'emergenza per salvaguardare gli Esami. L'Italia infatti è tra i Paesi, in Europa, che hanno deciso di mantenerli e di non annullarli. Anche per questo, come ho già detto ieri, auspico davvero che ci sia la possibilità, come anche tanti ragazzi ci stanno chiedendo, di svolgere almeno l'orale in presenza. Ovviamente nelle giuste condizioni di sicurezza per la salute di tutti."