Maturità 2020, tutti ammessi (che non significa tutti promossi)

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020: studenti del quinti verranno tutti ammessi all'esame, ma questo non significa automaticamente che saranno promossi

MATURITA' 2020, NOVITA'

Maturitò 2020, tutti ammessi non significa tutti promossi
Maturitò 2020, tutti ammessi non significa tutti promossi — Fonte: istock

La Ministra Azzolina è ritornata sull'esame di maturità 2020 durante un intervento in un programma di Rai 2. La Ministra ha chiarto che non esiste una data per il ritorno in classe e che non spetta al MIUR decidere se e quando l'emergenza finirà. Ha ribadito inoltre che l'esame sarà serio, che esistono due diverse alternative che dipendono entrambe dalla data di rientro a scuola.  

MATURITA' 2020, LE DUE ALTERNATIVE

Se si rientrasse entro il 18 maggio l'esame sarebbe come segue: prima prova nazionale gestita dal MIUR, seconda prova diversa da classe a classe e orale regolare. Se non si tornasse a scuola, la maturità 2020 si ridurrebbe a un maxi esame orale online (per il quale si sta già pensando alla tesina) del valore di 60 punti. Entrambe le ipotesi erano già state anticipate, ma una novità riguarda invece l'ammissione: gli studenti del quinto anno saranno tutti ammessi (alternanza e Invalsi non rappresentano più requisito d'ammissione) ma la Azzolina ha chiarito, durante il suo intervento televisivo del 5 aprile che "Gli studenti saranno ammessi ma non significa essere promossi". Insomma, ognuno di loro è chiamato a non sottovalutare l'esame di maturità e dovrà dimostrare la propria preparazione.

Studia in modo alternativo senza rimanere indietro con il programma con i nostri suggerimenti: