Maturità 2020: cosa chiedono gli studenti al ministro

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020, la lettera degli studenti che chiedono di rivedere i requisiti d'ammissione

MATURITA' 2020, RICHIESTE STUDENTI

Maturità 2020: le richieste degli studenti al ministro
Maturità 2020: le richieste degli studenti al ministro — Fonte: istock

Con le lezioni sospese fino al 3 aprile, tra gli studenti del quinto anno cresce la preoccupazione sia per la loro preparazione, sia le prove che devono affrontare durante l'anno scolasico, come i test Invalsi, l'esame di terza media e quello di maturità 2020. Per questa ragione i presidenti delle consulte provinciali degli studenti di Torino, Venezia, Firenze, Bologna, Cosenza, Parma, Livorno, Imperia, Massa-Carrara, Belluno e Treviso hanno scritto una lettera rivolta alla ministra Azzolina.

La lettera degli studenti alla ministra Azzolina chiede nuove indicazioni sia sul panorama della didattica online, sia che vengano comunicate indicazioni più precise rispetto alla maturità 2020. Per i presidenti firmatari della lettera la sospensione dell'attività didattica è "fonte primaria di disagi per le scuole e
le famiglie. Nonostante la necessità di un tale provvedimento, oggi
possiamo affermare che per milioni di studenti il diritto allo studio non
è garantito. Le videolezioni sono sicuramente uno strumento a
disposizione importante che però nella sua implementazione rende
palese un modello d’istruzione formato da scuole di “Serie A” e di
“Serie B”, dopo anni di politiche di smantellamento della scuola
pubblica. Tendenzialmente gli Istituti che impongono un contributo
scolastico maggiore, che hanno a disposizione strumenti informatici
sufficienti, possono fornire il supporto tecnico agli insegnanti per la
didattica a distanza. Dall’altra parte per la grande maggioranza delle
scuole, senza gli strumenti di supporto necessari, l’organizzazione delle
video-lezioni sono lasciate alla buona volontà dei docenti e in ultima
istanza al caso."

AMMISSIONE MATURITA' 2020

I presidenti delle consulte provinciali che hanno firmato la lettera indirizza alla ministra Azzolina, rivolgono al Ministero dell'Istruzione diverse richieste, tra cui lo snellimento dei requisiti per l'ammissione alla maturità 2020. Gli studenti chiedono al MIUR:

  • Garanzie immediate per il recupero delle ore di lezione perse;
  • Cancellazione delle ore minime obbligatorie dei programmi di alternanza scuola lavoro e delle prove Invalsi come requisito d'ammissione alla maturità 2020 e dimezzamento delle ore obbligatorie di alternanza per gli studenti delle classi terze e quarte;
  • Attivazione del Ministero per garantire un sussidio alle famiglie per l'utilizzo di mezzi informatici privati e per il rimborso delle gite scolastiche in modo tempestivo. 
  • Indicazioni e misure per garantire il diritto all'assemblea al rientro in classe;
  • Al termine dell'emergenza si chiede la convocazione del Consiglio Nazionale dei Presidenti di Consulta come garanzia dell'attuazione delle richieste. 

Le ultime novità che devi conoscere: