Maturità 2020, perché l'esame è stato più facile

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020, perché l'esame è stato più facile? Uno studente su due ha raggiunto l'80 e uno su 10 ha preso 100. Ecco i dati del MIUR

MATURITA' 2020

Maturità 2020, l'esame è stato più facile?
Maturità 2020, l'esame è stato più facile? — Fonte: istock

Stravolta dal Coronavirus è terminata anche l'ultima maturità, che ha visto circa 500mila studenti impegnati in colloqui orali della durata di un'ora, con una difficoltà maggiore rispetto agli altri anni. Il Ministero dell'istruzione ha pubblicato i risultati degli esami di Stato dei candidati interni. 

Quest'anno hanno ottenuto il diploma il 99,5% degli studenti ammessi all'esama, contro il 99,7% dell'anno scorso. Aumentano complessivamente i diplomati con voti superiori a 80, dal 32,8% al 49,6%. I 91-99 sono il 15,9% (erano il 9,7%). I punteggi 81-90 sono il 21,2% (il 16% un anno fa). 
Il 50,4% delle studentesse e degli studenti si colloca nella fascia di votazione 60-80, erano il 67,1% un anno fa. I 60 passano dal 7% del 2019 al 5,1% di quest’anno. I voti 71-80 passano dal 28,7% al 24,9%, i 61-70 dal 31,4% al 20,4%.
 
Le studentesse e gli studenti con 100 salgono dal 5,6% dell’anno scorso al 9,9%. Aumentano anche le lodi, maggiormente concentrate in:

  • Puglia;
  • Umbria;
  • Molise;
  • Calabria.

Uno studente su due è uscito dalle scuole superiori con un voto pari o superiore a 80 e si cominciqa già a parlare di effetto Covid-19. Quest'anno l'esame è stato più facile? Nelle settimane che hanno preceduto l'inizio dei lavori della maturità abbiamo parlato con tre docenti che quest'anno hanno portare le quinte al diploma (qui i video) che ci hanno spiegato che, sebbene privato delle prove scritte, l'esame di quest'anno veniva incontro alle difficoltà che studenti e docenti avevano affrontato negli ultimi mesi ma che sarebbe stata comunque una maturità complessa e per niente scontata.