Maturità 2020, elaborato materie seconda prova: uguale per tutti o no?

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020, l'argomento dell'elaborato con cui inizia l'esame orale è stabilito dalla commissione. Ecco come

MATURITÀ 2020, ORALE

Maturità 2020, elaborato nelle discipline di indirizzo: i chiarimenti
Maturità 2020, elaborato nelle discipline di indirizzo: i chiarimenti — Fonte: istock

Con la pubblicazione dell'ordinanza ministeriale del 16 maggio il MIUR ha reso definitive le trasformazioni dell'orale di maturità 2020, unica prova di questo particolare esame di Stato. Il colloquio sarà articolato in più fasi e prenderà avvio con la discussione di un elaborato nelle materie che il MIUR aveva individuato come oggetto della seconda prova. L'argomento sarà assegnato dai docenti entro il 1 giugno e i candidati dovranno inviarlo alla commissione entro il 13 giugno. 

ORALE MATURITÀ: ELABORATO MATERIE SECONDA PROVA

Una delle domande più frequenti degli studenti riguarda l'argomento dell'elaborato stabilito dalla commissione: sarà uguale per tutti? Nell'ordinanza ministeriale è spiegato che sono i docenti stessi a stabilire se:

  • assegnare un argomento diverso a ciascun studente;
  • assegnare lo stesso argomento a gruppi di candidati;
  • assegnare lo stesso a tutta la classe.

Ciò che è importante, come indica anche l'ordinanza del 16 maggio, è che l'argomento si presti a uno svolgimento fortemente personalizzato. 

LE FASI DELL'ORALE

A questa prima fase dell'orale di maturità 2020, seguiranno altri quattro momenti:

  • Discussione di un breve testo di lingua e letteratura italiana;
  • analisi del materiale scelto dalla commissione;
  • esposizione dei percorsi PCTO tramite relazione o elaborato multimediale;
  • accertamento delle conoscenze relative a Cittadinanza e Costituzione.