Maturità 2020: documento del 15 maggio e proroga

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020: cos'è e perché è importante il documento che il Consiglio di Classe deve redigere per l'esame, quest'anno entro il 30 maggio

MATURITA' 2020

Maturità 2020: cos'è e perché è importante il documento del 15 maggio
Maturità 2020: cos'è e perché è importante il documento del 15 maggio — Fonte: istock

La maturità 2020 è stata ridotta, a causa dell'emergenza coronavirus, a un maxi orale che si terrà in presenza e che verrà valutato fino a 40 punti. L'orale prenderà avvio da un argomento di una delle materie d'indirizzo, e verrà concordato preventivamente con la commissione d'esame. I collegamenti multidisciplinari e il resto delle domande poste allo studente devono attingere dai programmi effettivamenti svolti durante l'anno, programmi che verranno indicati nel documento del 15 maggio - chiamato così perché di solito si firma entro quella data - che quest'anno, secondo le anticipazioni del Sole 24 Ore, straordinariamente potrà essere redatto entro il 30 dello stesso mese. 

MATURITA' 2020: DOCUMENTO 15 MAGGIO

Come ogni anno il Consiglio di Classe delle quinte superiori entro il 15 maggio deve redigere un importante documento, chiamato appunto "documento del 15 maggio" che rappresenta una sorta di carta d'identità per la maturità. Nel documento devono essere indicati i programmi svolti, gli argomenti affrontati, i criteri di valutazione e la metodologia utilizzata

Se durante le precedenti maturità il documento del 15 maggio era un documento importante per "presentare" la classe ai docenti esterni della commissione, quest'anno lo è altrettanto perché anche se i maturandi verranno valutati dai docenti interni, rimane un membro esterno nella commissione: il Presidente. 

ORALE MATURITA' 2020

Nel documento del 15 maggio dovranno essere indicate anche le attività svolte dalla classe all'interno del progetto di Cittadinanza e Costituzione, le esperienze di alternanza scuola lavoro e la disciplina insegnata con metodologia CLIL. Tutti elementi che, nel caso in cui ci fosse veramente solo il maxi orale, troveranno spazio durante il colloquio.