Maturità 2020, chi inizia il maxi orale

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020: ecco chi decide quale candidato sarà il primo a essere sentito dalle commissioni e quanti maturandi si possono sentire al massimo in un giorno

MATURITÀ 2020

Maturità 2020, orale: chi inizia i colloqui
Maturità 2020, orale: chi inizia i colloqui — Fonte: istock

Dall'inizio della maturità 2020 ci separano esattamente tre settimane e i maturandi stanno cominciando a ripassare i programmi scolastici per affrontare l'orale, unica prova dell'esame di Stato di quest'anno. Il colloquio si svolgerà a scuola, in presenza della commissione: candidati, docenti e personale scolastico dovranno osservare tutte le misure di sicurezza previste. 

Ascolta su Spreaker.

MATURITÀ 2020, ORALE

Gli esami orali inizieranno il 17 giugno alle ore 8:30 e a decidere chi sarà il primo candidato da sentire è proprio la commissione (che quest'anno è tutta interna, ad eccezione del presidente che sarò esterno). La commissione, durante la riunione plenaria che si tiene il 15 giugno, estrae la lettere alfabetica con il quale si stabilisce da quale lettera si inizierà a sentire i candidati. Ogni giorno le commissioni potranno interrogare un massimo di cinque candidati, salvo eccezioni di tipo organizzativo. Ecco le disposizioni contenute nell'ordinanza del MIUR del 16 maggio

"Il presidente, durante la riunione plenaria, sentiti i componenti di ciascuna sottocommissione, individua e definisce gli aspetti organizzativi delle attività delle sottocommissioni determinando, in particolare, in base a sorteggio, l’ordine di precedenza tra le due sottocommissioni e, all’interno di ciascuna di esse, quello di convocazione dei candidati medesimi secondo la lettera alfabetica. Il numero dei candidati che sostengono il colloquio, per ogni giorno, non può essere superiore a cinque, salvo motivata esigenza organizzativa."

ESAME DI STATO 2020, NOVITÀ

Tutte le ultime novità sulla maturità: