Orale Maturità 2020: il testo di italiano va concordato prima con i prof? Vediamo cosa dice il decreto

Di Marta Ferrucci.

I testi di Italiano oggetto del maxi orale della maturità 2020 vanno concordati con i prof? Alcuni studenti sostengono di sì. Vediamo cosa dice il decreto

MATURITA' 2020: ITALIANO DA CONCORDARE CON I PROF?

Come si svolgerà il maxi orale? Quali sono gli argomenti di Italiano, i testi per l’analisi e il commento? A poche ore dall’inizio dell’esame non tutto sembra ancora chiaro e ci sono maturandi disorientati che si chiedono come mai, se il decreto dice che i testi vanno concordati con gli studenti, i loro docenti non lo abbiano ancora fatto. Questa richiesta è arrivata alla redazione di Studenti.it insieme a molte altre ed è quindi necessario specificare bene cosa dice davvero l’Ordinanza Ministeriale.

I maturandi che sollevano la questione fanno riferimento al punto B dell’Articolo 9 dell’Ordinanza Ministeriale n. 10 del 16 maggio 2020:

Entro il 30 maggio 2020 il consiglio di classe elabora, ai sensi dell’articolo 17, comma 1, del Decreto legislativo, un documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati e gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame. Il documento illustra inoltre:

b) i testi oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Italiano durante il quinto anno che saranno sottoposti ai candidati nel corso del colloquio orale di cui all’articolo 17 comma 1;

L’ Ordinanza fa quindi riferimento al documento del 30 maggio, quello in cui sono stati specificati dal Consiglio di classe gli argomenti effettivamente svolti nel corso dell’anno e, quindi, quelli che potranno essere oggetto di domande nel corso dell’orale.
Non c’è dunque alcun obbligo da parte dei docenti di concordare alcunché anche se, è vero, ci sono classi in cui i professori qualcosa di più ai loro maturandi hanno detto ed alcuni argomenti, effettivamente, sono stati concordati. Ma si tratta di scelte individuali e non supportate da nessun atto ufficiale.    

Ascolta su Spreaker.

Le ultime novità sulla maturità 2020: