Maturità 2020, alimentazione in pre esame: i suggerimenti del nutrizionista

Di Redazione Studenti.

Maturità 2020, i consigli del nutrizionista Antonio Galatà per curare l'alimentazione durante un periodo stressante di studio

MATURITÀ 2020

Maturità 2020, i suggerimenti del nutrizionista
Maturità 2020, i suggerimenti del nutrizionista — Fonte: istock

Qual è la colazione perfetta per uno studente e quali sono i cibi che aiutano a mantenere alta la concentrazione durante le lunghe giornate di studio in preparazione alla maturità 2020? Ne abbiamo parlato con il nutrizionista Antonio Galatà che ci ha aiutato a capire quali alimenti privilegiare e quali evitare in periodi stressanti di studio. 

ESAME DI STATO 2020, I CONSIGLI DEL NUTRIZIONISTA

In un periodo così stressante per gli studenti, quanto è importante l'alimentazione? "Il corpo è un po' come una macchina: per arrivare primi è meglio fare un chack di tutto quello che compone il corpo e dargli la giusta quantità di energia. La benzina non è tutta uguale: l'importante è la qualità di ciò che mangiamo. Il cervello è uno degli organi che consuma più calorie in assoluto, quindi se non ci nutriamo in maniera adeguata i nostri risultati si limitano. Non basta studiare tanto: se non ci nutriamo in maniera adeguata rischiamo di dover studiare anche di più."

La colazione è un pasto importantissimo per cominciare al meglio la giornata di studio: "Partire con una colazione abbondante è essenziale: suggerisco di non porsi limiti. Per una buona colazione consiglierei del pane con la marmellata o con la ricotta, o una colazione salata, magari anche uova strapazzate e bacon, o l'hummus di ceci. Potete anche fare un mix di dolce e salato."

Non sottovalutate la frutta: "La frutta, per il suo contenuto di zuccheri, ci consente di metterci subito a studiare perché ci aiuta ad attivare il corpo il più rapidamente possibile. Prima della colazione possiamo anche fare una passeggiata di 20-30 minuti, muoviamo anche gli arti superiori che ci aiutano a ossigenare il cervello". 

Da bere, invece: "Tisane ai frutti rossi, che possono migliorare le prestazioni cerebrali e sono consigliati per ridurre lo stress dato che studiare tanto è anche stancante." Ricordiamo anche di non esagerare con il caffé "Uno o due caffé vanno bene, ma meglio preferire il tè, che contiene dei potentissimi antiossidanti che possono favorire la riduzione dello stress sia fisico che emotivo".

Quando ci sentiamo giù di morale, c'è qualche alimento che può migliorare il nostro umore? "Il cioccolato è l'ingrediente che più stimola il rilascio della serotonina, l'ormone della felicità. Cioccolato e cacao possono essere ottimi ingredienti anche per la colazione. Consiglio il cioccolato fondente, 2-3 quadratini."

Non sottovalutiamo nemmeno l'importanza del riposo: "Andiamo a letto presto e svegliamoci presto, le prestazioni del nostro cervello sono migliori nelle prime ore del giorno".

E quella dei carboidrati: "Se evitiamo i carboidrati tendiamo a mangiare altro per soddisfarci ma per il nostro cervello gli zuccheri sono importantissimi."

Il ruolo degli integratori? "Gli integratori vanno assunti per, appunto, integrare. La migliore integrazione adesso è rappresentata dai carboidrati, che non devono mai mancare, sia a pranzo che a cena."

I CONSIGLI DEL NUTRIZIONISTA: GUARDA IL VIDEO