Maturità 2020, aggiornamenti e news sui candidati esterni

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2020, gli emendamenti per modificare il Decreto Scuola che permetterebbero ai candidati esterni di sostenere l'esame a giugno e il testo della bozza dell'ordinanza ministeriale

MATURITÀ

Matruità 2020, news e aggiornamenti per i candidati esterni
Matruità 2020, news e aggiornamenti per i candidati esterni — Fonte: istock

Il 5 maggio è arrivata nell'VII Commissione Cultura al Senato la discussione per la trasformazione in legge del decreto scuola del MIUR del 6 aprile, con il quale si indicano le misure per la conclusione dell'anno scolastico e quello per lo svolgimento degli esami di Stato. Una delle parti più critiche del decreto scuola riguarda i candidati esterni della maturità 2020

CANDIDATI ESTERNI MATURITÀ

Gli emendamenti presentati dai parlamentari sullo svolgimento dell'esame di Stato dimostrano che le petizioni dei candidati esterni sono servite a catalizzare l'attenzione sulla loro causa. Stando al Decreto Scuola, infatti, gli esterni dovrebbero sostenere gli esami preliminari in presenza a emergenza conclusa e la maturità 2020 nella sessione straordinaria (cioè a settembre, stesso mese dei test d'ingresso). 

Successivamente alla pubblicazione del Decreto gli studenti esterni hanno cominciato a chiedersi in che modo avrebbero potuto partecipate alle prove d'ammissione all'università o agli altri concorsi. Di recente è nata anche una petizione online per chiedere di rivedere le tempistiche del loro esame. 

Gli emendamenti che si discutono a partire da oggi riguardano anche la revisione delle modalità e delle tempistiche indicate dal Decreto Scuola in materia di maturità e candidati esterni. Tra i diversi emendamenti presentati in difesa della causa dei candidati esterni, ci sono:

  • quello per consentire agli esterni di fare gli esami preliminari online per partecipare all'orale a giugno, insieme con i candidati interni
  • quello per fare gli esami preliminari in presenza ma in tempo utile per sostenere l'esame a giugno;
  • quello per non cambiare le tempistiche ma consentire agli studenti esterni ancora sprovvisti di diploma di partecipare alle prove d'ammissione all'università e ai concorsi. 

L'8 maggio il MIUR ha inoltre comunicato che è pronta l'ordinanza che disciplina l'esame orale - unica prova dell'esame di Stato 2020 - in cui si parla anche dei candidati esterni. Nell'articolo 4 della bozza dell'ordinanza ministeriale è indicato che gli studenti esterni dovranno sostenere gli esami preliminari in presenza, a partire dal 10 luglio 2020. Superati questi poi, potranno svolgere la maturità in una sessione staordinaria. 

Leggi tutte le novità sull'esame: