La maturità 2019 e l'appuntamento con la tesina

Di Marta Ferrucci.

Tesina sì o no alla maturità 2019? L'elaborato multidisciplinare che apre l'orale dell'esame sembra essere stata confermato

TESINA MATURITA' 2019

Tesina per la maturità 2019
Tesina per la maturità 2019 — Fonte: istock

Tesina per l'esame di maturità 2019, sì o no? Il 4 ottobre il Miur ha finalmente comunicato tutte le novità sul nuovo esame (qui tutte le novità) anche se della tesina non si fa cenno. Secondo un sondaggio ancora in corso sul gruppo Facebook della maturità 2019, una percentuale che oscilla tra il 40 ed il 50% dei maturandi ha avuto dai professori indicazioni di svolgerla mentre un altro 40% circa è ancora nel dubbio. A pochissimi è statao invece esplicitamente detto di non lavorarci. Come mai? I motivi sono diversi e li elenchiamo qui di seguito:

  • Il ridimensionamento dell'alternanza scuola-lavoro e quindi del report su questa esperienza
    L'elaborato sull'esperienza di alternanza scuola-lavoro secondo la riforma che sarebbe dovuta entrare in vigore dal prossimo giugno 2019 avrebbe avuto un ruolo significativo che, invece, sarà significativamente ridimensionata, così come ridimensionata è l'esperienza scuola-lavoro in se'. In questo contesto, la tesina continua a giocare il suo ruolo fondamentale di "introduzione all'orale della maturità".
  • Della tesina non è mai stato scritto nulla in modo esplicito ne' prima della riforma ne' ora. Nella legge dell'11 gennaio 2007 in materia di esami di Stato è scritto genericamente che: "Il colloquio si svolge su argomenti di interesse multidisciplinare attinenti ai programmi e al lavoro didattico dell'ultimo anno di corso". 
    Realizzare la tesina o la mappa concettuale è una consuetudine ma, soprattutto, un modo di aiutare il maturando ad introdurre il discorso all'orale. E' molto più facile per lui rompere il ghiaccio iniziando a parlare di un argomento sui cui è ben preparato e sciolto.
  • La scelta di far fare ai propri studenti la tesina era e resta una scelta dei professori tant'è che, ad oggi, c'è chi da' queste indicazioni ai propri studenti, chi aspetta indicazioni più chiare dal Miur e chi, invece, decide di accantonarla. 

CONSIGLI PER LE TESINE DI MATURITA'

LE NEWS SUL NUOVO ESAME DI STATO