Simulazioni maturità 2019: i voti delle prove faranno media?

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2019, simulazioni: i voti delle prove del MIUR faranno media? Ecco cosa sapere

MATURITÀ 2019, MIUR

Maturità 2019, simulazioni: il voto farà media?
Maturità 2019, simulazioni: il voto farà media? — Fonte: istock

A febbraio e a marzo si terranno le prove generali della maturità 2019, quattro giornate dedicate alle simulazioni delle nuove prove scritte. La prima e seconda prova saranno diverse rispetto agli anni precedenti pertanto il Ministero dell'istruzione ha pensato bene di dare l'opportunità agli studenti di esercitarsi con le tracce simili a quelle ufficiali di giugno. 

SIMULAZIONI MATURITÀ 2019

Le simulazioni della prima prova maturità 2019 si svolgeranno il 19 febbraio e il 26 marzo; mentre quelle della seconda prova il 28 febbraio e il 2 aprile. Il 19 febbraio gli studenti dell'ultimo anno delle superiori dovranno quindi confrontarsi con le nuove tracce della prima prova, così suddivise per tipologie:

La seconda prova 2019 è la più temuta perché a partire da quest'anno sarà multidisciplinare, anche se il Ministro Bussetti ha precisato che le tracce saranno accessibili

Il voto delle simulazioni di maturità 2019, si chiedono anche gli studenti del gruppo Facebook dedicato ai maturandi, farà media con le valutazioni dell'anno scolastico? La risposta è indicata nella nota dell'8 febbraio del Miur con la quale il Ministero ha dato indicazioni per il corretto svolgimento delle simulazioni: "Fermo restando che non si tratta di una prova che possa sostituire le verifiche periodiche autonomamente predisposte, i docenti potranno anche iniziare a confrontarsi con le griglie di valutazione delle prove scritte e con il loro utilizzo". Il voto quindi c'è ma la simulazione non deve sostituire le normali verifiche stabilite dai docenti.