Maturità 2019: perché c'è una buona probabilità di essere promossi

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2019: i dati del Miur sull'esame di Stato di quest'anno sono rassicuranti per i maturandi dell'anno prossimo

MATURITA' 2019

Maturità 2019: superata l'ammissione, la promozione sarà (quasi) sicura
Maturità 2019: superata l'ammissione, la promozione sarà (quasi) sicura — Fonte: istock

Il Miur ha pubblicato i dati relativi all'esame di Stato del 2018, dati che si possono definire incoraggianti per tutti i maturandi che faranno la maturità 2019. Il Miur ha registrato un innalzamento nei voti e un dato positivo anche nelle promozioni: l'unico dato in discesa riguarda l'ammissione. Se nel 2017 era stato ammesso all'esame di Stato il 96,2% degli studenti scrutinati, quest'anno la percentuale è scesa al 96%. Una volta superata l'ammissione, però, si buon ben sperare in una promozione.

VOTO MATURITA'

Degli studenti che hanno superato l'ammissione ben il 99,6% è stato promosso, dato in crescita rispetto al 2017 quando è stato promosso il 99,5% dei candidati. Anche i voti crescono: il 64,4% degli studenti hanno totalizzato un voto superiore a 70/100 e si registra un lieve aumento anche nell'assegnazione delle lodi: l'1,3% contro l'1,2% dell'anno scorso. Numeri che lasciano ben sperare per gli studenti del prossimo anno che, alla maturità 2019, dovranno vedersela anche con tutti i cambiamenti della riforma, a partire dall'ammissione che, come anticipato, sarà più complessa perché dovrà tenere conto anche della partecipazione al test Invalsi e del completamento dell'esperienza di alternanza scuola lavoro.

Risultati maturità
Risultati maturità — Fonte: ufficio-stampa

RIFORMA MATURITA' 2019

Le regioni in cui gli studenti si sono dimostrati più bravi fra i banchi di scuola sono Puglia, Campania e Lazio che registrano il più alto numero di lodi. Tra gli indirizzi di studio i risultati migliori si registrano tra i licei e a primeggiare c'è il liceo classico. Niente paura quindi per la maturità 2019: i risultati di quest'anno dovrebbero rincuorare tutti gli studenti che attendo il primo giorno di scuola 2018 dell'ultimo anno delle scuole superiori con un po' d'ansia per l'esame di Stato. L'importante è conoscere tutte le novità del prossimo anno e non farsi cogliere impreparati: