Maturità 2019: chiarimenti sull'uso del dizionario dei sinonimi e contrari

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2019, il vocabolario dei sinomi e contrari si può portare alla prima prova? Cosa sapere in vista della data del 19 giugno

MATURITÀ 2019

Maturità 2019: è concesso l'uso del vocabolario dei sinomi e contrari?
Maturità 2019: è concesso l'uso del vocabolario dei sinomi e contrari? — Fonte: istock

Avete presente quella sensazione che provate quando avete una parola sulla punta della lingua ma proprio non riuscite ad arrivarci? In queste occasioni è utile avere a portata di mano un dizionario dei sinonimi e dei contrari e i maturandi, a tre giorni dalla maturità 2019, si chiedono proprio questo: è concesso l'uso del vocabolario dei sinonimi e dei contrari all'esame di maturità 2019

PRIMA PROVA MATURITÀ 2019

Il Miur ha da poco pubblicato sui suoi profili social una lista di ciò che è ammesso e ciò che non è ammesso portare alla maturità 2019 ma non ci sono indicazioni sul vocabolario dei sinonimi e dei contrari. Nelle tracce delle simulazioni della prima prova 2019 che il Ministero dell'Istruzione ha pubblicato a febbraio e marzo è specificato che è concesso l'uso del dizionario di italiano e del dizionario bilingue per i candidati non di madrelingua italiana. 

MATURITÀ 2019: COSA PORTARE

Anche qui nessun riferimento all'uso del dizionario dei sinonimi e contrari durante la prima prova maturità 2019. Considerato che non è stato specificato, però, si può ritenere che non sia uno strumento ammesso agli esami di Stato della quinta superiore. Parlandone con gli studenti del gruppo Facebook Maturità 2019 abbiamo scoperto che alcuni di loro lo porteranno e altri no: starà quindi alle commissioni stabilire se potranno usarlo o meno. 

Sei un maturando 2019? Leggi tutte le indicazioni per la prima prova: