Maturità 2019, all'orale arriva l'analisi del testo

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2019, all'esame orale arrivano domande di analisi del testo. Cosa sapere in vista del nuovo esame di Stato

MATURITÀ 2019 NOVITÀ

Maturità 2019: all'orale ci saranno anche domande di analisi del testo
Maturità 2019: all'orale ci saranno anche domande di analisi del testo — Fonte: istock

Il Miur ha pubblicato la struttura della nuova seconda prova: ecco tutte le informazioni per i licei, gli istituti tecnici e gli istituti professionali!

All'esame di maturità 2019 diventerà di centrale importanza l'analisi del testo che, oltre a fare il suo debutto con ben due tracce alla prima prova, sarà presente anche all'orale. Come sappiamo, fino all'anno scorso la tipologia A dello scritto di italiano includeva solo una traccia di analisi del testo, ma a partire dall'esame di Stato 2019 le tracce diventeranno due, probabilmente per proporre ai maturandi autori, generi ed epoche diverse.

Saper analizzare un testo è una competenza che gli studenti dovranno dimostrare di avere anche in sede di orale maturità 2019. Come previsto dal DL n.62 del 13 aprile 2017 comma 9, la commissione d'esame "propone al candidato di analizzare testi, documenti, esperienze, progetti, problemi per verificare l'acquisizione dei contenuti e dei metodi propri delle singole discipline, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle per argomentare in maniera critica e personale anche utilizzando la lingua straniera".

ORALE MATURITÀ 2019

I commissari della maturità 2019 potrebbero quindi chiedervi di analizzare un testo da loro proposto. Questa eventualità si aggiunge alle altre novità che riguardano l'orale, come la discussione dell'esperienza di alternanza scuola lavoro, le domande di Cittadinanza e Costituzione e l'abolizione della tesina. La struttura dell'orale non è ancora definita: il Miur darà maggior dettagli sul colloquio a gennaio ma noi vi consigliamo di cominciare a prepararvi in vista del rinnovato colloquio orale di maturità.