Esami di maturità 2018: i tatuaggi potrebbero essere un problema?

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2018: è vero che i tatuaggi potrebbero essere un problema? Cosa ne pensano gli studenti e cosa fare per l'esame

MATURITA' 2018 MIUR

Maturità 2018: i tatuaggi sono un problema?
Maturità 2018: i tatuaggi sono un problema? — Fonte: istock

Una delle domande che nei discorsi tra maturandi viene fuori più di frequente, oltre la data di uscita dei nomi commissari esterni, riguarda i tatuaggi. Nel gruppo Facebook maturità 2018 (se ancora non l'hai fatto, iscriviti qui anche tu) si è discusso a lungo dei problemi che potrebbe comportare presentarsi all'esame di Stato con tatuaggi visibili. A quanto pare, alcuni prof degli studenti coinvolti avrebbero consigliato loro di coprirli ma è davvero un problema?

ESAME DI STATO: PROBLEMI CON I TATUAGGI?

Anche l'anno scorso tatuaggi e piercing sono entrati nell'occhio del ciclone a pochi giorni dalle prove e per la maturità 2018 gli studenti sembrano avere gli stessi dubbi. Alcuni studenti ipotizzano di indossare maglie a maniche lunge per coprire i tatuaggi, altri invece pensano che, a prescindere da questi, serva presentarsi curati alle prove di maturità. No quindi a infradito e pantaloni corti, sì a un abbigliamento curato. Anche se i professori dovrebbero valutare le vostre prove e non il vostro abbigliamento, l'esame di maturità è un appuntamento importante e pertanto un po' di formalità non guasta, a prescindere dai tatuaggi!

I tuoi prof ormai ti conoscono bene mentre, il problema dei tatuaggi, potrebbe presentarsi soprattutto con i commissari esterni. Scopri tutto sul loro conto: