Maturità 2018: cosa succede se gli scrutini sono in ritardo

Di Maria Carola Pisano.

Problemi con il ritardo degli scrutini: ecco perché gli studenti della maturità 2018 si lamentano del ritardo

MATURITA' 2018 DATE

Maturità 2018: scrutini finali e ammissione in ritardo?
Maturità 2018: scrutini finali e ammissione in ritardo? — Fonte: istock

Se sei uno degli studenti della maturità 2018, conosci probabilmente le date in cui sosterrai gli esami: si comincia il 20 giugno con la prima prova e il giorno successivo avrà luogo la seconda. Gli studenti, almeno quelli ammessi agli esami, iniziano in queste ore il ripasso completo dei programmi. Ma chi ancora non conosce la propria sorte, quanto ancora dovrà aspettare? Ci sono studenti che ancora non sanno se verranno ammessi o meno alla maturità: gli scrutini finali sono in ritardo?

ESAMI MATURITA' 2018

Sapere se saranno ammessi o no agli esami di maturità 2018 è un'informazione fondamentale per tutti gli studenti, specie per quelli più a rischio che sperano nell'ammissione anche in presenza di insufficienze. Nel gruppo Facebook Maturità 2018 (iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le news dell'esame) alcuni studenti lamentano un ritardo negli scrutini finali e nell'uscita dei quadri. Se qualcuno sa già di essere ammesso, alcuni attendono notizie sulla loro posizione nei giorni tra giovedì e sabato, altri invece aspettano i risultati per l'inizio della settimana, tra lunedì e martedì. Se le date degli scrutini non sono le stesse per tutti, l'ansia è invece un sentimento molto condiviso in queste ore.

ESAME DI STATO 2018: PREPARATI ALLE PROVE

Conoscere l'esito degli scrutini con più anticipo possibile è l'ideale per concedere ai maturandi più tempo per ripassare ma, anche se non sapete ancora nulla sulla vostra ammissione, questo "ritardo" non vi autorizza a poltrire senza pensare seriamente agli esami! Secondo gli studenti gli esiti degli scrutini si sapranno al più tardi sabato, pochissimi giorni prima del primo scritto. A prescindere dall'ammissione, noi vi consigliamo di ripassare da subito (e per chi è più a rischio di appellarsi ai santi delle cause impossibili) senza aspettare l'uscita dei quadri e di prepararvi a qualsiasi eventualità con le nostre guide:

  • Prima prova maturità 2018
    Come si svolge il primo scritto, quali sono le tipologie di tracce e come verrà valutato dalla commissione                                                                                                          
  • Seconda prova 2018
    Tracce, modalità, svolgimento e tutti i consigli per svolgere una delle prove di maturità considerata più difficile
  • Terza prova maturità 2018
    Guida terza prova di Maturità 2018: cosa sapere sulla data, come funziona, quante materie ci sono, le tracce, la durata, gli accorgimenti per ripassare e le simulazioni
  • Orale di maturità 2018
    Colloquio esame di Stato: dalle domande frequenti su punteggio e materie ai consigli per l'esposizione della tesina e fare colpo sui commissari esterni