Maturità 2018: come fare l'esame anche se non ti ammettono

Di Maria Carola Pisano.

L'ammissione alla maturità 2018 non è più un problema? Ecco le risposte

MATURITA' 2018

Ammissione maturità 2018: come fare l'esame anche se non sei stato ammesso
Ammissione maturità 2018: come fare l'esame anche se non sei stato ammesso — Fonte: istock

Ultimo mese di scuola anche per gli studenti della quinta superiore: dopo l'ultimo giorno avranno ancora da studiare tantissimo per la preparazione della maturità 2018 ma al momento la fine della scuola appare molto lontana a causa delle interrogazioni e dei compiti che devono fronteggiare durante queste settimane. Obiettivo: l'ammissione all'esame.

Per l'ammissione alla maturità non è infatti sufficiente la media del 6 e le insufficienze potrebbero quindi diventare un grave problema. A rassicurare gli studenti ci pensa però il sito di informazione Tuttoscuola.com in cui spiega come sia possibile aggirare l'ammissione, presentarsi comunque all'esame e superare - come tutti gli altri studenti ammessi - la maturità 2018.

ESAMI MATURITA' 2018: COSA FARE IN CASO DI NON AMMISSIONE

Secondo Tuttoscuola, infatti, se lo studente non viene ammesso alla maturità può presentare un ricorso al Tar per essere ammesso con riserva. Il maturando quindi può presentarsi alle prove scritte e all'orale, "rischiando" di superarle. Secondo il portale di informazione, a questo punto entra in gioco la sentenza n. 1892/2009 del Consiglio di Stato per la quale il superamento degli esami di maturità assorbe il giudizio negativo del Consiglio di classe, ovvero la non ammissione. Questo può quindi dare l'opportunità agli studenti non ammessi di presentarsi all'esame, a cominciare dalla prima prova del 20 giugno, e di conquistare l'agognato diploma. L'ammissione sembra quindi più facile, anche considerate le ultime novità che confermano l'alternanza scuola lavoro non è obbligatoria a fini dell'ammissione.

Preparati all'appuntamento di giugno con le nostre guide e i nostri pronostici sulle prove: