Ammissione maturità 2018: chi ne ha diritto

Di Maria Carola Pisano.

Maturità 2018: chi può essere ammesso? Ecco le tipologie di studenti che possono accedere all'esame di Stato

MATURITà 2018 AMMISSIONE

Ammissione maturità 2018: chi può essere ammesso
Ammissione maturità 2018: chi può essere ammesso — Fonte: istock

Sono poche le settimane che ci separano dalla maturità e gli studenti stanno affrontando il periodo più complicato dell'anno in cui devono non solo stare al passo con i programmi ma anche pensare alla tesina e prepararsi alle prove dell'esame di Stato. Come sapete l'ammissione alla maturità non avviene automaticamente alla fine dell'ultimo anno ma dipende da assenze, voti e, per i privatisti, anche dal superamento di un esame di ammissione e da una serie di requisiti contenuti nell'Ordinanza del Miur che regola l'esame di Stato.

ESAME DI STATO 2018 CANDIDATI ESTERNI

I candidati esterni che possono essere ammessi alla maturità 2018 soddisfano i seguenti requisiti:

  • gli studenti delle scuole statali e paritarie che frequentano l'ultima classe e per i quali il Consiglio di classe abbia deliberato l'ammissione (leggi qui quali sono i criteri per l'ammissione);
  • gli alunni delle scuole statali e paritarie che siano stati ammessi all'abbreviazione per merito.

Gli studenti che possono accedere all'esame di Stato per abbreviazione del merito e che frequentano le penultime classi, devono soddisfare questi requisiti:

  • aver riportato una valutazione pari a otto decimi in tutte le discipline, inclusa la condotta, nello scrutinio finale per la promozione all'ultima classe;
  • che hanno seguito un regolare corso di studi di istruzione secondaria di secondo grado;
  • che negli ultimi anni antecedenti il penultimo, abbiano riportato una votazione non inferiore a sette decimi nelle discipline e non inferiore a otto decimi per la condotta;
  • che non abbiano ripetuto nemmeno uno dei due anni antecedenti il penultimo.

MATURITà: QUALI CANDIDATI ESTERNI POSSONO ESSERE AMMESSI

Secondo l'Ordinanza del Miur possono essere ammessi alla maturità i candidati con i seguenti requisiti (oltre a questi, gli esterni dovranno comunque superare un esame preliminare per l'ammissione):

  • candidati che compiano il diciannovesimo anno d'età entro l'anno solare in cui si svolge la maturità e che abbiano adempiuto all'obbligo scolastico;
  • che siano in possesso della licenza media da un numero di anni pari almeno a quello del corso prescelto;
  • compiano il ventitreesimo anno di età entro l'anno solare in cui si svolge l'esame e in questo caso i candidati non devono presentare titolo di studio inferiore;
  • che siano in possesso di un titolo di studio di istruzione secondaria della durata almeno quadriennale;
  • abbiano cessato la frequenza dell'ultimo anno di corso prima del 15 marzo.

Leggi le ultime news sull'esame di Stato 2018: