Maturità 2015 non cambia, commissari esterni

Di Chiara Casalin.

Ecco cos'ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi sui commissari commissari esterni all'esame di maturità

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

MATURITA’ 2015 – Non ci saranno nuove sorprese riguardo la maturità 2015: i commissari resteranno esterni. A dirlo agli studenti è stato niente meno che il presidente del Consiglio Matteo Renzi, a margine delle celebrazioni per la Giornata delle Forze Armate presso l’Altare della Patria a Roma. Sembrano così svanire tutte le possibilità di un ultimo colpo di scena sui commissari della maturità. Secondo quanto aveva detto il Ministro Giannini infatti, dopo il dietrofront della legge di stabilità, le commissioni interne avrebbero potuto ancora essere introdotte dal decreto sulla maturità 2015 che il MIUR pubblicherà a gennaio.

Focus: Maturità 2015, regolamento pronto e prime novità seconda prova

MATURITA' 2015, COMMISSARI ESTERNI - Quello che a detto Matteo Renzi agli studenti però, fa cadere anche quest’ultima speranza nelle commissioni interne per i maturandi 2015.
Ecco il discorso che il Presidente del Consiglio ha fatto sulla maturità 2015 agli studenti, tratto da un video di Repubblica.it:
“Gli esami di Maturità li fate esattamente come lo scorso anno. So che c’è una discussione aperta tra quelli che volevano la commissione interna e quelli che volevano la commissione sterna. Ovviamente ciascuno ha la sua opinione ma l’importante è che questa scelta, se la devi fare, la fai dopo una riflessione e non sulla base di un’esigenza economica.”
Il premier ha poi scherzato: “Io per esempio avevo i professori esterni sennò ero finito”
E infine ha ribadito: “Quest’anno noi faremo come l’altr’anno, quindi per voi l’esame non cambia”.

Vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime novità riguarlo la maturità? Iscriviti al gruppo Maturità 2015 su Facebook!