Maturità 2014: è tempo di ricorsi

Di Valeria Roscioni.

L’Esame di Maturità 2014 sta volgendo a termine: tra voti e bocciature per alcuni è tempo di pensare al ricorso. Ecco come muoversi

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

MATURITA’ 2014: PER VOTO E BOCCIATURA PUOI FARE RICORSO. Gli Esami di Maturità sono agli sgoccioli: molti studenti hanno già sostenuto l’orale e alcuni conoscono addirittura il loro voto. Tra questi, come ogni anno, ce ne sono alcuni che non sono affatto d’accordo con le decisioni della commissione che ha scelto di promuoverli con un punteggio inferiore alle loro aspettative o, peggio ancora, di metterli di fronte ad una bocciatura. In questi casi la soluzione può essere fare ricorso al Tar, una strada irta di ostacoli di ordine burocratico che è sempre meglio intraprendere dopo essersi informati con attenzione.

Voto maturità: come calcolarlo

RICORSO VOTO MATURITA’: UNA MISSIONE DIFFICILE MA NON IMPOSSIBILE. La prima cosa da tenere a mente è che, sfatta eccezione per casi in cui è dimostrabile che i commissari non hanno seguito alla lettera le indicazioni del regolamento della Maturità, è molto difficile impugnare le decisioni della commissione contestandole. Proprio per questo gli studenti scontenti del loro voto all’Esame di Stato devono riflettere attentamente prima di ricorrere alle vie legali perché rischiano di lottare inutilmente.

Per saperne di più: Maturità: come fare ricorso al Tar

RICORSO ESAME MATURITA’: COME FARE. Tuttavia le possibilità di riuscita non sono nulle e, quindi, coloro che volessero fare ricorso per via del voto ricevuto alla Maturità 2014 o di un’eventuale bocciatura possono affidarsi alla nostra guida per quel che riguarda le modalità e le tempistiche.

Ecco tutte le informazioni utili