Maturità 2012: Analisi e commento di un testo letterario, gli svolgimenti

Di Valeria Roscioni.

Quale autore uscirà alla prima prova? Noi abbiamo provato ad indovinare e abbiamo creato apposta per voi delle tracce guida utili anche per il ripasso finale

SPECIALE MATURITA' 2018

|Date maturità 2018| Tesine | Gruppo Fb maturità 2018 |

Indubbiamente per affrontare questa prova dovete essere molto ben preparati non solo sull’autore ma anche sul testo in questione. Esiste però un modo per cavarsela anche senza essere dei veri secchioni: procedere conoscendo le tematiche di base. Qui sotto trovate degli esempi per quel che riguarda gli autori più probabili per quest’anno

VAI ALLA MATURITA 2013 >>

Giovanni Pascoli. Nel centenario della morte del poeta potrebbe essere lui il protagonista della prima prova. Ricorda quindi che:
- Se il testo scelto appartiene a Myricae e dei Canti di Castelvecchio siamo nel pieno della poetica del Fanciullino e della poesia intesa come nido. Ripassa bene i concetti chiave di queste due colonne portanti della poetica QUI >>
- Pascoli è un esponente del decadentismo Italiano quindi è possibile fare un parallelismo in cui si tracciano le differenze rispetto a D’Annunzio (puoi trovarle QUI >>)
- Puoi sfruttare la tematica del fanciullino per aprire il tuo discorso a testi che danno una visione dell’infanzia altrettanto pura e ingenua da intendersi come sguardo unico da dare al mondo (Alice nel paese delle meraviglie ne è un esempio) o ad autori che hanno cercato di educare il fanciullino che è in ognuno di noi (da De Amicis a Collodi)
- Infine il linguaggio: In Pascoli la scelta delle parole è sempre di tipo evocativo con una forte attenzione alla musicalità del verso che è riconducibile a quella dei poeti maledetti (ripassala QUI >>)

Hai una memoria fotografica? Aiutala con la GALLERY SU PASCOLI >>

Gabriele D’Annunzio. Latita dal 2001 se dovesse essere il suo turno tu giocati queste carte:
- Il confronto con Pascoli è sempre un ottimo spunto su cui far leva
- Ricorda le sue implicazioni politiche che vanno dal movimento interventista durante la Prima Guerra Mondiale (impresa di Fiume) all’amicizia con Mussolini
- Fai riferimenti all’estetismo (li trovi QUI >>)
- Non dimenticare che Nietzche fu importante ma che la versione dannunziana del superuomo è ben diversa da quella del filosofo (Leggi il nostro APPROFONDIMENTO >>)
- In caso il testo sia tratto da Primo Vere sono importantissime le suggestioni Carducciane

Immagini per ricordare meglio D'Annunzio: la GALLERY>>

Italo Calvino. Anche lui grande assente da molto tempo affrontalo ricordando che la scrittura di questo autore è passata attraverso fasi ben diverse, ecco quali
- Periodo neorealista e racconto della sua esperienza partigiana. Lo trovi QUI >> e fa il caso tuo se ti trovi di fronte ad un brano de Il sentiero dei nidi di ragno e Ultimo viene il corvo
- Periodo fantastico. Qui i titoli sono molti dalle Cosmicomiche a Ti con zero, passando per Il visconte dimezzato e La giornata di uno scrutatore. In questo campo sono fondamentali l’influenza della fiaba e della science fiction a patto di ricordare che Calvino si discosta dalla fantascienza perché non tratta mai del futuro ma di un passato fantastico che si tramuta in mito delle origini
- Periodo combinatorio. Alias: un romanzo è un meccanismo che gioca con il linguaggio e con ogni sviluppo possibile come per esempio ne Il castello dei destini incrociati.
Ricorda infine anche:
- Il doppio livello di lettura di ogni opera di Calvino (uno semplice, per tutti, uno più nascosto, solo per i più esperti)
- La sua attività di traduttore e la sua collaborazione con l’Einaudi

Un'immagine a volte vale più di mille parole: la GALLERY SU CALVINO >>

Primo Levi. È già uscito due anni fa ma quest’anno ricorre il 25° anniversario dalla morte perciò tieni a mente le seguenti indicazioni:
- Lo stile è realista-descrittivo, perfetto affinché tutti possano leggere. I vari romanzi, però, si distinguono in base all’urgenza comunicativa che le parole tradiscono
- Lo sfondo storico è fondamentale: devi avere ben chiari i riferimenti di base della Seconda Guerra Mondiale (ripassali QUI >>)
- Le opere più importanti non sono moltissime quindi avere una panoramica non è difficile ed è perfetta per fare collegamenti e sfuggire a qualche domanda più antipatica. Dunque tieni a mente: Se questo è un uomo, La tregua, La chiave a stella, Se non ora quando? e I sommersi e i salvati