Materie seconda prova maturità 2014: l’annuncio adesso non è obbligatorio

Stando a quanto riportato dal Regolamento del Nuovo Esame di Stato la comunicazione delle materie non deve avvenire entro gennaio

Materie seconda prova maturità 2014: l’annuncio adesso non è obbligatorio

Quali saranno le materie della seconda prova della maturità 2014? La risposta potrebbe non arrivare, o almeno non per ora, e tutto sarebbe perfettamente legale. Nonostante il Miur tradizionalmente abbia sempre e comunque effettuato l’annuncio entro gennaio, il ritardo di quest’anno è da considerarsi solo una rottura della consuetudine e non un passo falso dell’organizzazione Carrozza.

A stabilirlo è il Regolamento del Nuovo Esame di Stato che all’Articolo 5 ( quello dedicato alle “modalità di invio, formazione e svolgimento delle prove d’esame”) stabilisce che:

(L. 425, art.3, comma 2, e Regolamento) I testi relativi alla prima e alla seconda prova scritta sono scelti dal Ministro della pubblica istruzione ed inviati ai provveditorati agli studi o alle istituzioni scolastiche con indicazione dei tempi massimi per il loro svolgimento. Alla trasmissione dei testi può provvedersi in via telematica, previa adozione degli accorgimenti necessari a tutelarne la segretezza. La materia oggetto della seconda prova scritta è individuata con decreto del Ministro della publica istruzione, entro la prima decade del mese di aprile di ciascun anno.

#FUORILEMATERIE2014: SEGUI LA DIRETTA

Dunque il termine ultimo per il tanto atteso annuncio delle materie è fissato per il 10 di aprile e non per il 31 gennaio. Ora bisogna solo capire se il Ministro si avvarrà di tutto il tempo a sua disposizione o se, magari mossa a compassione, terrà i maturandi sulle spine solo ancora per qualche giorno.

Intanto, l’unica certezza è che su Twitter gli studenti si stanno facendo sentire e al grido di #fuorilematreie2014, l’hashtag lanciato da Studenti.it, stanno chiedendo a gran voce di conoscere la loro sorte il prima possibile.

Un consiglio in più