Materie seconda prova: cosa fare ora che sono uscite?

Di Maria Carola Pisano.

Materie seconda prova maturità: cosa fare ora che le discipline del secondo scritto e dei commissari esterni sono online

MATERIE MATURITÀ 2020

Materie maturità: cosa fare ora che sono uscite
Materie maturità: cosa fare ora che sono uscite — Fonte: istock

Come anticipato dal MIUR durante la prima mattina del 30 gennaio, alle 14 sono state rese note importanti informazioni sulla maturità 2020: le materie della seconda prova e quelle esterne. Ora che gli studenti conoscono le discipline oggetto del secondo scritto che affronteranno nella mattinata del 18 giugno, non resta che esercitarsi sulle prove scritte, sia con le simulazioni del MIUR sia con le tracce della maturità dell'anno scorso. A tal proposito, nel suo comunicato stampa il Miur ha comunicato che "nei prossimi giorni pubblicherà ulteriori materiali, anche pensati per i canali social, per rispondere alle domande che gli studenti stanno ponendo alla Ministra, scrivendole su Facebook e Instagram".

MATURITÀ 2020, SECONDA PROVA

Superato lo shock iniziale per la natura multidisciplinare della seconda prova - ma nessun indizio lasciava sperare il contrario - è arrivato il momento di capire che tipo di prova sarà quella del 2020, come sarà strutturata e in che modo verranno presentate le diverse discipline. 
Il colloquio sarà pluridisciplinare. Ciascuna commissione predisporrà, come spiegato dalla Ministra, i materiali di partenza da sottoporre agli studenti (potranno essere un testo, un documento, un’esperienza, un progetto, un problema). Il lavoro dei commissari si baserà su quanto studiato dai ‘maturandi’ nel loro percorso: farà fede il documento predisposto dai docenti di classe. Niente sorteggio fra le buste, dunque. Al momento dell’inizio della prova, la commissione sottoporrà uno spunto al candidato, che rappresenterà, comunque, solo un momento di avvio del colloquio.

SIMULAZIONI MATURITÀ 2020

Il primo consiglio che vi possiamo dare è quello di dare un'occhiata alle tracce della seconda prova dell'anno scorso, anno in cui per la prima volta debuttava uno scritto multidisciplinare. Se queste non dovessero bastare, potete fare affidamento alle simulazioni che il MIUR ha fatto volgere agli studenti lo scorso anno, per capire meglio struttura, livello e argomenti della seconda prova 2020