Maturità 2019, materie: quali usciranno

Di Redazione Studenti.

Maturità 2019, seconda prova: gli indizi che ci rivelano quali materie potrebbe scegliere il Miur per la seconda prova

MATURITÀ 2019: MATERIE SECONDA PROVA

Maturità 2019, seconda prova: quali materie usciranno
Maturità 2019, seconda prova: quali materie usciranno — Fonte: istock

L'annuncio delle materie scelte dal Miur per la seconda prova arriverà entro il mese di gennaio. Oltre alle discipline oggetto del secondo scritto il Ministero rivelerà anche quelle affidate ai commissari esterni della maturità 2019. L'attesa, quest'anno, è maggiori rispetto agli anni precedenti a causa delle novità - introdotte dalla riforma - della seconda prova. Fino all'anno scorso, infatti, il secondo scritto d'esame valutava solo le competenze e le conoscenze degli studenti acquisite in una sola disciplina, da quest'anno la prova potrebbe essere multidisciplinare e includere una o più materie caratterizzanti dell'indirizzo di studio

MATURITÀ 2019, SECONDA PROVA

Questo vuol dire che gli studenti del classico potrebbero trovare tanto una versione di latino, quanto di greco; lo stesso vale per lo scientifico, in cui il rischio maggiore è una prova mista di fisica e matematica. Per aiutare gli studenti il Miur ha pubblicato dei primi esempi di tracce dai quali si possono trarre i primi indizi. Nel caso del liceo classico, ad esempio, il Miur ha pubblicato due prove monodisciplinari: una di latino e una di greco. Nel caso del liceo scientifico, invece, le prove pubblicate dal Miur sono tre: una di matematica, una di fisica e una mista. Le altre simulazioni pubblicate dal Miur sono quelle per il liceo linguistico (monodisciplinare), per l'istituto tecnico agrario e per l'alberghiero, entrambe multidisciplinari.

NUOVO ESAME DI STATO 2019

Le prove pubblicate dal Miur potrebbero suggerire che la seconda prova del liceo classico potrebbe essere monodisciplinare. In questo caso, tra latino e greco, quale materia potrebbe scegliere il Ministero? La scelta potrebbe ricadere sul latino, materia che non esce dal 2017 e che solitamente si alterna con il greco, uscito l'anno scorso. Lo stesso vale per il linguistico: non c'è traccia di un esempio di prova mista, perciò il Miur potrebbe scegliere una sola materia (ma c'è da vedere quale sceglierà tra quelle caratterizzanti). Per quanto riguarda lo scientifico, invece, la pubblicazione di una simulazione mista non lascia ben sperare: è meglio tenersi pronti ad affrontare una traccia sia di fisica che di matematica, partendo proprio dalla simulazione del Miur. Le simulazioni miste riguardano anche per gli istituti tecnici - il Miur ha pubblicato solo l'esempio dell'agrario - e i professionali, di cui al momento c'è solo la traccia mista dell'alberghiero. La speranza è che, una volta pubblicate le materie, il Miur riesca a fornire agli studenti nuove simulazioni delle eventuali prove miste.

SECONDA PROVA 2019: ESEMPI MIUR

Ecco le tracce esempio pubblicate dal Miur:

Scopri quali sono le materie caratterizzanti tra le quali il Miur può scegliere, come sono strutturate le nuove prove e come vengono valutate: