Marketer ambientale: chi è, cosa fa, quanto guadagna

Cosa sapere per diventare un marketer ambientale: di cosa si occupa questa figura professionale, quanto guadagna e quali studi bisogna fare

Marketer ambientale: chi è, cosa fa, quanto guadagna
getty-images

Marketer ambientale: chi è, cosa fa, quanto guadagna

Fonte: getty-images

Il marketer ambientale è una figura professionale molto importante nell'ambito del marketing green e sostenibile. Ma come lo si diventa? Vediamo cosa fa, di cosa si occupa, quali sono le sue mansioni e come opera nel suo settore.

Cos'è il marketing ambientale

Per marketing ambientale si intende il processo di sviluppo di un piano di marketing incentrato sull'ambiente. Negli ultimi anni le tematiche legate alla sostenibilità ambientale sono diventate sempre più importanti, portando un maggior numero di aziende a mobilitarsi per fare in modo che i propri prodotti siano più eco-sostenibili possibili e rispettosi dell'ambiente, mantenendo però le stesse funzionalità e qualità dei prodotti che al contrario sono meno sostenibili.

Il green marketing o marketing ambientale abbraccia tutte le tipologie di marketing legate al mondo dell'ambiente, dell'etica e della sostenibilità in generale e include le strategie in grado di migliorare le condizioni ambientali, messe in campo per sensibilizzare la società verso un cambiamento di stile di vita sostenibile.

Come funziona il marketing ambientale

Rivolgendosi a tutte le azioni legate al mondo dell'ambiente e alla sua salvaguardia, il marketing ambientale va a indicare la vendita sul mercato di prodotti sostenibili che sono ecologicamente preferibili ad altri della stessa tipologia ma non attenti alle problematiche di rispetto della natura e dell'ambiente. Affinché un prodotto sia sostenibile, deve rispettare degli standard sia dal punto di vista del processo produttivo che dell'imballaggio, fino ad arrivare alla pubblicità.

Al giorno d'oggi la gestione delle politiche di sensibilizzazione in ambito marketing ambientale è ormai curata in maniera autonoma da parte delle grandi aziende che puntano sempre più alla pianificazione di strategie capaci di invogliare l'utente a scegliere prodotti con un ridotto impatto ambientale.

Il ruolo delle aziende, però, non si limita a sensibilizzare i consumatori, perché il loro obiettivo resta sempre e comunque quello di ricavare dei profitti. Avvicinare il proprio brand all'idea di esclusività e sostenibilità può risultare un prezioso trampolino di lancio in un momento storico in cui il fattore ambientale è sempre più importante.

Cos'è un marketer ambientale

Il marketer ambientale è quella figura professionale che si occupa di far conoscere tutti i prodotti o tutti i servizi della propria organizzazione, in questo caso specifico legati alla sostenibilità: va a monitorare le tendenze del mercato, si occupa della creazione di campagne pubblicitarie, dello sviluppo di strategie di prezzo e di strategie di targeting, basandosi sull'analisi dei dati demografici. Oltre a ciò, il marketer ambientale lavora anche a stretto contatto con l'azienda al fine di sviluppare una maggiore consapevolezza dei prodotti e dei servizi offerti ai consumatori.

Cosa significa essere marketer ambientale

Essere un martketer ambientale significa svolgere lavoro di marketing per aziende votate alla sostenibilità. Per ricoprire questa figura professionale bisogna avere delle capacità in diversi campi: dal design grafico alle pubbliche relazioni, passando per il marketing digitale, l'ottimizzazione dei motori di ricerca e anche il web design.

I marketers, infatti, lavorano in molteplici canali e aree di diverse abilità: per questo motivo la quantità di competenze richieste è sempre più varia e aumenta di anno in anno con l'avanzare dei progressi tecnologici.

Università Telematica Pegaso

Unipegaso logo

Con UniPegaso, l'Università Digitale più scelta in Italia, risparmi fino al 50% sulla retta annuale senza costi aggiuntivi per il materiale didattico.

  • Scienze dell'Educazione e della Formazione Laurea Triennale
  • Scienze Motorie Laurea Triennale
  • Economia Aziendale Laurea Triennale
  • Scienze e Tecniche Psicologiche Laurea Triennale
  • Scienze Pedagogiche Laurea Magistrale
  • Giurisprudenza Laurea Magistrale

Il ruolo del marketer ambientale

Il marketer è una sorta di operatore di marketing: il suo ruolo è quello di lavorare nel campo del marketing, in questo caso di tipo ambientale, andando a occuparsi di far conoscere al mercato i servizi e i prodotti che offre.

Il suo è un ruolo molto versatile che richiede delle competenze sia di natura tecnica che creativa. Il marketer ambientale, per esempio, si occupa di monitorare i trend del mercato e di sviluppare delle nuove strategie di targeting, basandosi su tutta una serie di dati raccolti, molti dei quali di tipo demografico. All'interno di un'azienda ha anche la responsabilità di mantenere un alto livello di brand awareness, cioè la consapevolezza del marchio.

Risulta molto importante, per un marketer che si rispetti, in questo caso attivo nel settore della sostenibilità, riuscire a stabilire un ottimo rapporto con le figure che compongono il proprio team di lavoro e con i loro utenti, attraverso ottime capacità comunicative: è fondamentale conoscere in maniera dettagliata i profili dei suoi utenti, anche e soprattutto nel momento in cui questi approdano sul web.

Cosa fa il marketers ambientale

Quella del marketers ambientale rappresenta una figura professionale specializzata nel campo del green marketing che ha certificato le proprie competenze con corsi di studio, master e specializzazioni.

Tra le varie competenze di un marketers ambientale troviamo: il monitoraggio dei trends di mercato; la creazione di campagne Ads; lo sviluppo di strategie di prezzo; l'analisi delle buyer personas e il conseguente adattamento delle campagne lanciate.

Pur lavorando in ambienti simili e avendo molte capacità in comune bisogna fare una distinzione tra sales e marketers: quest'ultimo, infatti, rispetto al sales può arrivare anche alla vendita, ma il suo obiettivo principale resto quello di rendere attraente il prodotto che si appresta a lanciare sul mercato, comunicandone le caratteristiche uniche rispetto ad altri.

Un buon marketers ambientale deve conoscere alla perfezione, in ogni minimo particolare, il percorso di acquisto dei clienti ai quali si rivolge: questo aspetto risulta fondamentale per riuscire a progettare un piano di comunicazione digitale efficace che faccia leva sui potenziali acquirenti.

Tra i suoi compiti, infatti, c'è anche la responsabilità di conoscere tutte le attività del web marketing: in questo modo può collaborare al meglio con le altre figure professionali che agiscono nello stesso campo, come gli esperti di SEO, gli sviluppatori di siti web e anche i social media manager.

Un marketers ambientale studia nei minimi particolari la mission e la vision dell'azienda con cui collabora e lavora per definire gli obiettivi da raggiungere. Al tempo stesso si occupa della fase di ricerca dei dati, analizzandoli per poter elaborare un piano strategico mirato ed efficace. Il marketers in ambito ambientale, inoltre, si occupa di decidere un budget da seguire e di scegliere i valori esatti affinché possa realizzarsi un guadagno. Nelle sue mansioni c'è anche quella della progettazione delle task di web marketing.

Altri contenuti utili sulle nuove professioni

Scopri altri contenuti sulle nuove professioni green:

Unipegaso scopri di più
Un consiglio in più