Marcovaldo: riassunto breve e significato

Di Redazione Studenti.

Riassunto breve e significato di Marcovaldo di Italo Calvino. Trama breve, personaggi, ambientazione del libro e delle singole storie

MARCOVALDO

Marcovaldo è un romanzo di Italo Calvino
Marcovaldo è un romanzo di Italo Calvino — Fonte: getty-images

Marcovaldo è un libro di Italo Calvino non articolato come un racconto unico: al suo interno si compone infatti di diverse storie che hanno come protagoniste il personaggio di nome Marcovaldo, attorniato dai suoi familiari e dalle disavventure che lo vedono generalmente perdente contro gli altri.

Marcovaldo rappresenta la parte ingenua di noi, quella che cerca di vivere in mezzo al consumismo delle persone.

MARCOVALDO, TRAMA

L’ambiente in cui si svolgono i racconti è una periferia alle porte di una grande città industriale lombarda, che vive i grandi problemi tipici di una realtà del genere: l’inquinamento, la mancanza di verde, il caldo afoso in estate, il freddo e la nebbia in inverno.

Marcovaldo è un operaio che lavora in una ditta della sua città. Il suo salario è molto basso e non gli permette di mantenere in modo dignitoso la sua famiglia, composta dalla moglie e sei figli. Cerca così di approfittare di ogni occasione per ricavare qualcosa, ma ogni volta, purtroppo ne esce sconfitto.

C'è un episodio nel libro, dove Marcovaldo trova dei funghi in un’aiuola alla fermata del tram, ma dopo averli mangiati deve correre in ospedale per una lavanda gastrica. sIn un altro episodio ruba un coniglio scoprendo che è contaminato da un virus. Questo schema si ripete in tutti gli episodi: ogni volta si trova impantanato in situazioni da cui esce sconfitto e mortificato.

MARCOVALDO: COMMENTO

Marcovaldo è un personaggio singolare: vive in un ambiente a lui ostile cui non riesce ad adattarsi, dal momento che ama la natura, la compagnia e la libertà, mentre si vede costretto a vivere in sottoscala dal quale non si vede neanche il cielo, e a compiere un lavoro che non gli piace. Il suo sogno è quello di lasciare la città e tornare alla sua vita di campagna.

Marcovaldo, da una parte, è un libro divertente. Ma dall'altra parte è triste, perché mostra la condizione di molti lavoratori cui lo stipendio non basta, e mette in luce le questioni della povertà di alcune famiglie e dell’inquinamento urbano.

Marcovaldo rappresenta la parte di noi che vorrebbe andarsene dallo stress cittadino.