Mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento

Di Redazione Studenti.

Mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento: la via delle spezie e le altre rotte marittime fra Asia, Africa e Americhe

ROTTE COMMERCIALI DEL SEICENTO

Quali sono le rotte commerciali del Seicento?
Quali sono le rotte commerciali del Seicento? — Fonte: getty-images

Durante il Seicento, il predominio di Spagna e il Portogallo nelle rotte commerciali in Africa, America e Asia fu messo in discussione dalla concorrenza di Inghilterra, Paesi Bassi e Francia.

Vediamo quali erano le principali rotte.

ROTTE COMMERCIALI IN ASIA

La Compagnia olandese delle Indie Orientali, istituita nel 1602, si assicurò alcuni porti lungo la costa africana e il controllo sia politico che commerciale dell’arcipelago indonesiano. Le merci principali furono le spezie e il caffè.

La Compagnia inglese delle Indie Orientali, riconosciuta dalla corona inglese nel 1600, prima intrattenne rapporti commerciali privilegiati con le corti indiane, poi si impose come organismo politico e militare in India.

I prodotti d’interesse sono i tessuti indiani, le porcellane cinesi e il tè.

ROTTE COMMERCIALI IN AFRICA

Nei primi anni del Seicento, i mercanti europei intrattenevano rapporti politico-commerciali stabili e di rispetto, in particolar modo con i potenti regni africani del Benin e del Monomotapa.

Avorio, oro, spezie e sali erano le merci principali che i regni africani vendevano agli europei, prima della tratta degli schiavi africani: fenomeno che si ampliò a metà XVII secolo, per mano dei portoghesi, spagnoli, olandesi, francesi e inglesi.

Il commercio triangolare del mercato schiavistico consisteva:

  • nello scaricare le navi dai beni europei in cambio degli schiavi africani che si imbarcavano dalla Costa degli Schiavi;
  • arrivare in America e venderli sostituendoli con le merci americane;
  • giungere in Europa con i prodotti americani e da lì ricominciare il giro.

ROTTE COMMERCIALI NELLE AMERICHE

Nel Seicento, l’impero spagnolo controllava la maggior parte dei territori americani: le colonie più importanti furono Vicereame della Nuova Spagna, in America Centrale, e il Vicereame del Perù, in America del Sud.

Il monopolio di queste rotte commerciali era di competenza della corona di Spagna.

L’economia del Vicereame del Brasile, appartenente al Portogallo, si basava sulle piantagioni di caffè, cotone, cacao e tabacco, le quali necessitavano di molta manodopera, compensata con gli schiavi africani.

La Compagnia olandese delle Indie Occidentali, istituita nel 1621, ebbe come base principale la città brasiliana di Mauritsstad, strappata ai portoghesi.

Qui, la compagnia aveva come attività principale la pirateria contro il commercio ispanico-portoghese.

Agli inizi del XVII secolo, la britannica Virginia Company colonizzò la costa orientale dell’America del Nord, fondando le tredici colonie del Nord America.

I traffici britannici riguardavano tabacco, tè, cotone e caffè, perciò anche gli schiavi provenienti dall’Africa.

La Compagnia francese delle Indie Occidentali, riconosciuta nel 1635, operava in Canada, nella Louisiana e nelle Antille.

Oltre al commercio delle pellicce, la compagnia si occupava perlopiù di azioni di disturbo nei confronti degli inglesi.

La Compagnia Olandese delle Indie Occidentali, autorizzata dal re inglese nel 1606, formò i Nuovi Paesi Bassi sulla costa orientale dell’America del Nord, con capitale New Amsterdam, l’attuale New York, fondata nel 1626. Questa poi fu conquistata dagli inglesi nel 1674.

ROTTE COMMERCIALI DEL SEICENTO: MAPPA CONCETTUALE

Scarica qui la mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento in formato PDF

SCARICA QUI: Mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento

mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento
mappa concettuale sulle rotte commerciali del Seicento — Fonte: redazione

LE ALTRE MAPPE CONCETTUALI

Studia con le nostre mappe concettuali di Storia, filosofia e storia dell'arte

Statuto Albertino | Benito Mussolini  | Feudalesimo | Karl Marx | Gli Etruschi | Homo Sapiens | Guerre puniche | Illuminismo | Medioevo | Longobardi | La ShoahPena di morte | Storia di Roma dalla Fondazione a Cesare | Storia di Roma da Augusto al crollo dell'Impero | Festa della donna | 25 aprile Festa della Liberazione | Imperialismo europeo | Guerra dei Trent'anni | Stoicismo | Federico II di Svevia | Cause della I Guerra mondiale | Preistoria | Cause della Seconda guerra mondiale | Scoperta dell'America | Alessandro Magno | Riforma e Controriforma | Guerra dei 100 anni | Età comunale in Italia | Seconda guerra mondiale | La peste | Il sacco di Roma | I vichinghi | Impero romano d'OccidenteImpero romano d'Oriente | L'Uomo medievale | Federico Barbarossa | I Normanni | Il pellegrino nel Medioevo | L'anno Mille | La lotta per le investiture | Il Primo Maggio | Giornata della Terra | Giornata della memoria e dell'impegno per le vittime della mafia | Espressionismo | Partenone | Niccolò Machiavelli | Movimenti artistici del '700 | Movimenti artistici dell'800 | Movimenti artistici del '900 (prima parte) | Movimenti artistici del '900 (seconda parte) | Le pandemie nella storia | Le Repubbliche marinare | Grecia classica e pòlis | Terrasanta tra mito e realtà | Chiesa, monarchia e imperoRe cattolici | Papato di Avignone | Invenzione della stampa | Imperi coloniali del '500 | Colonizzazione spagnola e conquistadores | Enrico VIII | Elisabetta I | I Borgia | L'Italia fra '300 e '400 | Le signorie Italiane del '400 | Leonardo da Vinci | I Medici | Nascita della filosofia | Erodoto | Aristotele 1 e 2 | Seneca | Socrate | Parmenide | Giordano Bruno | Erasmo da RotterdamSant'Agostino