Mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti

Di Redazione Studenti.

Mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti, nati per la prigionia o lo sterminio di massa di ebrei e oppositori nella II guerra mondiale

CAMPI DI CONCENTRAMENTO NAZISTI

Come funzionavano i campi di concentramento nazisti?
Come funzionavano i campi di concentramento nazisti? — Fonte: getty-images

I campi di concentramento furono strutture fatte costruire dai nazisti durante la Seconda Guerra Mondiale, deputate alla detenzione e al confinamento di coloro che erano considerati nemici razziali, ideologici o politici (scarica qui la Mappa concettuale).

CAMPI DI CONCENTRAMENTO: ORIGINI

Nel 1934 Heinrich Himmler, capo delle Schutzstaffel, note come SS, istituisce l’Ispettorato Campi di Concentramento (IKL).

I prigionieri erano soggetti alla "Custodia protettiva" - un fermo di polizia privo di limiti di tempo e non soggetto al controllo della legge.

A gestire i lager erano le “Unità testa di morto”, reparti speciali delle SS.

I prigionieri morti venivano ufficialmente classificati come suicidi, morti accidentali, o omicidi giustificati dal fatto che avevano tentato la fuga, aggredito le guardie, incitato rivolte o sabotato in vario modo i lager.

PRIGIONIERI DEI CAMPI

Chi erano i prigionieri dei campi di concentramento?

  • Coloro che erano considerati oppositori politici, o semplicemente sospettati di esserlo,  dunque i socialdemocratici, i comunisti, i  liberali,gli iscritti alla massoneria, i testimoni di Geova, e molti altri.
  • Coloro che erano considerati criminali comuni, gli zingari e  i cosiddetti  ‘asociali’, ovvero gli affetti da malattie mentali, alcolisti, vagabondi, prostitute, piccoli criminali, omosessuali e disoccupati.
  • Gli ebrei.

LA NOTTE DEI CRISTALLI

La notte tra il 9 e 10 novembre del 1938, Notte dei cristalli,  gli ebrei tedeschi iniziano ad essere arrestati in massa e deportati prevalentemente nei campi di Dachau, Buchenwald e Sachsenhausen.

I LAVORI FORZATI NEI CAMPI

I campi di concentramento fornivano anche forza lavoro ad alcune aziende ed opere pubbliche gestite dalle SS.

Arbeit macht frei (il lavoro rende liberi) era la frase posta all'ingresso di molti lager.

CAMPI DI CONCENTRAMENTO IN ITALIA

Sono molti i campi di concentramento presenti in Italia. Tra questi i più famosi sono:

  • Fossoli, in provincia di Modena
  • Risiera di San Sabba, Trieste
  • Bolzano
  • Bagno a Ripoli, Firenze

LA SOLUZIONE FINALE

Con lo scoppio della guerra nel settembre del 1939 le eliminazioni di prigionieri nei lager diventano sistematiche.

Dal 1942, la necessità di attuare la “soluzione finale” richiede la costruzione di campi espressamente dedicati allo sterminio.

I nazisti iniziano a studiare tecniche più efficienti per l'uccisione dei prigionieri: vengono costruite così le camere a gas. Il campo di Auschwitz-Birkenau era dotato di quattro camere a gas in grado di uccidere fino a 6.000 ebrei in solo giorno.

ESPERIMENTI DEL DR. MENGELE

Josef Mengele (1911-1979), medico delle SS, lavora presso Auschwitz tra il 1943 ed il1945.

In questo periodo conduce sui prigionieri una serie di esperimenti medici con lo scopo di incrementare la fertilità della ‘razza germanica’.

Gran parte degli atroci esperimenti di Mengele vengono compiuti su gemelli, tra cui molti bambini, e su persone affette da nanismo.

Mengele sfuggirà al processo di Norimberga e vivrà fino al 1979 sotto falsa identità in vari paesi del Sudamerica.

LA LIBERAZIONE

Dei circa 700.000 prigionieri dei campi di concentramento sopravvissuti all’inizio del ‘45, circa la metà moriranno a causa delle ‘marce della morte', degli abusi subiti, della scarsità di viveri. Molti altri moriranno dopo la liberazione.

Auschwitz viene liberato dai sovietici nel gennaio del 1945. Nella primavera del 1945 vengono liberati gli ultimi campi di concentramento.

CAMPI DI CONCENTRAMENTO NAZISTI: MAPPA CONCETTUALE

Scarica qui la mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti in formato PDF

SCARICA QUI: Mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti

Mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti
Mappa concettuale sui campi di concentramento nazisti — Fonte: redazione

LE ALTRE MAPPE CONCETTUALI

Studia con le nostre mappe concettuali di Storia, filosofia e storia dell'arte

Statuto Albertino | Benito Mussolini  | Feudalesimo | Karl Marx | Gli Etruschi | Homo Sapiens | Guerre puniche | Illuminismo | Medioevo | Longobardi | La ShoahPena di morte | Storia di Roma dalla Fondazione a Cesare | Storia di Roma da Augusto al crollo dell'Impero | Festa della donna | 25 aprile Festa della Liberazione | Imperialismo europeo | Guerra dei Trent'anni | Stoicismo | Federico II di Svevia | Cause della I Guerra mondiale | Preistoria | Cause della Seconda guerra mondiale | Scoperta dell'America | Alessandro Magno | Riforma e Controriforma | Guerra dei 100 anni | Età comunale in Italia | Seconda guerra mondiale | La peste | Il sacco di Roma | I vichinghi | Impero romano d'OccidenteImpero romano d'Oriente | L'Uomo medievale | Federico Barbarossa | I Normanni | Il pellegrino nel Medioevo | L'anno Mille | La lotta per le investiture | Il Primo Maggio | Giornata della Terra | Giornata della memoria e dell'impegno per le vittime della mafia | Espressionismo | Partenone | Niccolò Machiavelli | Movimenti artistici del '700 | Movimenti artistici dell'800 | Movimenti artistici del '900 (prima parte) | Movimenti artistici del '900 (seconda parte) | Le pandemie nella storia | Le Repubbliche marinare | Grecia classica e pòlis | Terrasanta tra mito e realtà | Chiesa, monarchia e imperoRe cattolici | Papato di Avignone | Invenzione della stampa | Imperi coloniali del '500 | Colonizzazione spagnola e conquistadores | Enrico VIII | Elisabetta I | I Borgia | L'Italia fra '300 e '400 | Le signorie Italiane del '400 | Leonardo da Vinci | I Medici | Nascita della filosofia | Erodoto | Aristotele 1 e 2 | Seneca | Socrate | Parmenide | Giordano Bruno | Erasmo da RotterdamSant'Agostino