Manzoniano o manzoniana: cosa significa

Di Redazione Studenti.

Hai mai sentito parlare di stile manzoniano o di teoria manzoniana? Vediamo i contesti, il significato e le modalità in cui questo termine è usato

MANZONIANO E MANZONIANA

Alessandro Manzoni
Alessandro Manzoni — Fonte: ansa

Manzoniano, manzoniana: quante volte hai sentito questi termini? Vediamo cosa significano e quando si usano.

Stile manzoniano, teoria manzoniana, scritti manzoniani: non ci vuole molto per capire che tutti gli aggettivi sono riferiti a e declinati su la parola Manzoni. Proprio lui, l'autore de I promessi sposi.

Proprio per la sua eredità letteraria e per il lavoro fatto sulla lingua italiana, Manzoni ha dato vita a una serie di aggettivi che si riferiscono al suo lavoro e al suo stile, in accesioni molto diverse. Vediamo quali.

TEORIA MANZONIANA

Quando si usa la parola manzoniana in riferimento a teoria, si intende generalmente riferirsi alla teoria manzoniana della lingua, messa in campo dall'autore milanese alla ricerca di una lingua unitaria il più possibile comprensibile e priva di dialettalismi per i suoi Promessi sposi.

La risciacquatura dei panni in Arno, in particolare, è il punto finale della ricerca, quando il fiorentino è stato scelto da Manzoni come punto di riferimento per la nuova stesura del suo romanzo.

MANZONIANA MEMORIA

Quando qualcosa è di manzoniana memoria significa che ricorda dei passaggi letti in Manzoni.

Paesaggi, descrizioni, personaggi di manzoniana memoria possono riferirsi ad esempio a scene, eventi o persone presenti nel tempo attuale che ricordano molto quelli dei Promessi Sposi o delle altre opere dell'autore.

Vuoi approfondire?