Manzoni e il sugo della storia

Cosa significa nei Promessi sposi di Alessandro Manzoni l’espressione “sugo della storia”? Riferimenti testuali al capitolo 38° de I promessi sposi.

Manzoni e il sugo della storia
getty-images

Manzoni e il sugo della storia: significato

Il  cosiddetto “sugo della storia” è collocato nella parte finale del capitolo 38° e conclusivo de “I Promessi Sposi” e consiste in una metafora utilizzata dall’ anonimo per riferirsi alla conclusione a cui arrivano i due sposi parlando di ciò che hanno imparato dalle disavventure narrate, secondo la quale esse capitano a coloro che si comportano incautamente ma anche a coloro che non hanno alcuna colpa. Tuttavia il narratore precisa che tali avvenimenti, per quanto siano negativi, vadano accettati per come sono, poiché la fiducia in Dio li rende maggiormente sopportabili e li fa risultare costruttivi e utili per una vita migliore. La conclusione che Renzo e Lucia trovano è preceduta, tuttavia, da una discussione durante la quale il giovane, che è solito raccontare le disavventure vissute, sostiene che da esse abbia imparato:

  • a non mettersi nei tumulti;
  • non predicare in piazza;
  • non bere in eccesso;
  • non attaccarsi un campanello al piede e altre cose simili.

Difatti durante la narrazione si intuisce quanto l’indole di tale personaggio sia irascibile e impulsiva; aspetti del suo carattere che lo hanno portato a cacciarsi nei guai svariate volte: basti pensare quando nel capitolo XIII, una volta a Milano, entra volutamente a far parte della rivolta del pane, oppure nel capitolo XIV  dove viene scambiato da un poliziotto per il capo dei rivoltosi.

La visione di Lucia

Lucia, dal canto suo, trova che il ragionamento di Renzo non si adatti a lei, poiché i guai nel quale la giovane si è cacciata non se li è andata a cercare, (da citare, tra i tanti,  le molestie subite da Don Rodrigo e il rapimento per mano dell’Innominato), ne è stata infatti una vittima innocente. A testimoniare tale affermazione si può considerare il carattere della ragazza, che durante la narrazione si è dimostrata una persona molto timida e pudica, ma anche pia e devota al punto che alla fine del romanzo risulta essere il personaggio che manifesta maggiormente la propria fede nella provvidenza divina. Nel confronto tra Renzo e Lucia, infine, viene affrontato quindi il tema della provvida sventura, ovvero l’intervento di Dio che agisce sulle azioni degli esseri umani causandogli disavventure per raggiungere un fine superiore.

Renzo, Lucia e la provvidenza

Tale tema è spesso ricorrente nel romanzo: si presenta la prima volta nel capitolo VI, quando Fra Cristoforo la cita dopo aver avuto un'accesa discussione con Don Rodrigo, e accompagna il lettore lungo tutta la narrazione fino al XXXVIII capitolo, quando Don Abbondio la nomina dinanzi a Renzo e Lucia dopo che l’hanno informato della morte del signorotto a causa della peste. La provvidenza, inoltre, viene sempre associata a personaggi umili e appartenenti a una classe medio-bassa: viene infatti frequentemente citata da Renzo, Don Abbondio e in particolare Lucia e Fra Cristoforo. Per i due giovani, si nota come la provvidenza sia da loro vista come l’intervento infallibile di Dio il cui scopo è quello di difendere e premiare i “buoni”.

Gli sposi, seppure hanno una concezione molto basilare di tale argomento,si nota quanto credano fermamente nel manifestarsi del soccorso divino al fine di aiutare i più onesti e devoti. Questa percezione influisce perciò nella conclusione a cui i due giovani arrivano: sebbene le disavventure capitino, oltre che agli incauti, anche agli innocenti, la fede verso Dio deve persistere, poiché essa risulterà utile per tollerare i guai rendendoli costruttivi per il futuro. 

Ascolta il podcast

Ascolta su Spreaker.

Tutti i riassunti de I promessi sposi

I riassunti de I promessi sposi:

Introduzione|Capitolo 1| Capitolo 2 |Capitolo 3 |Capitolo 4 | Capitolo 5| Capitolo 6| Capitolo 7| Capitolo 8 | Capitolo 9 | Capitolo 10| Capitolo 11| Capitolo 12|Capitolo 13| Capitolo 14| Capitolo 15| Capitolo 16| Capitolo 17| Capitolo 18| Capitolo 19| Capitolo 20| Capitolo 21| Capitolo 22| Capitolo 23| Capitolo 24| Capitolo 25| Capitolo 26| Capitolo 27| Capitolo 28| Capitolo 29| Capitolo 30| Capitolo 31| Capitolo 32| Capitolo 33| Capitolo 34| Capitolo 35| Capitolo 36| Capitolo 37| Capitolo 38|

Un consiglio in più