Lolita di Vladimir Nabokov: trama, temi, riassunto del libro

Di Redazione Studenti.

Trama, temi e riassunto di Lolita, uno dei libri più famosi di Vladimir Nabokov, che racconta dell'amore proibito di Humbert Humbert per una dodicenne

LOLITA

Lolita, immagine tratta dal film di Stanley Kubrick del 1962
Lolita, immagine tratta dal film di Stanley Kubrick del 1962 — Fonte: getty-images

Uno dei libri più famosi dello scrittore russo Vladimir Nabokov è Lolita. La sua storia editoriale è particolarmente interessante, perché per poter pubblicare il libro, il suo autore ha dovuto affidarsi alla Francia: ben quattro editori americani hanno infatti rifiutato le bozze, preoccupati dell'accoglienza che il pubblico avrebbe potuto riservare a temi scabrosi e inaccettabili nella società e nella morale dell'epoca.

Anche se la pubblicazione avvenne, l'accoglienza per il libro non fu affatto rosea. Nabokov non accettò mai tagli e censure al romanzo, così l'unica casa editrice che accettò di pubblicarlo fu la Olympia Press, casa editrice di letteratura erotica, nel '55. L'anno seguente il ministro degli interni francese bandì il romanzo per due anni.

LOLITA, TRAMA

Lolita racconta, in estrema sintesi, l'amore morboso di un uomo maturo per una dodicenne. Vediamo nel dettaglio la trama del romanzo.

Il protagonista è il trentasettenne Humbert Humbert, professore di letteratura francese reduce da un matrimonio concluso e un esaurimento nervoso. La sua vita cambia radicalmente quando decide di trasferirsi in New England, a casa di Charlotte, una vedova che vive insieme a sua figlia, Dolores. La ragazzina ha solo 12 anni, ma i suoi gesti e il suo modo di fare ammiccante la fanno sembrare già una donna adulta agli occhi dell'uomo, che rivede in lei un vecchio amore d'infanzia e perde completamente la testa. Humbert accetterà di sposare Charlotte, pur di restare nella sua casa insieme a Lolita, il vezzeggiativo che lui ha scelto per la bambina.

Poco dopo Charlotte scopre un diario personale in cui HUmbert aveva annotato l'attenzione che provava per Dolores. Minaccia di mandare la figlia in un collegio per allontanarla da lui, ma non farà in tempo a farlo: uscendo di casa distrattamente sarà investita da un'auto e morirà. A questo punto Humbert prende sotto custodia la ragazzina.

Humbert non annuncia alla figlia la morte di sua madre: dichiara che si trova in ospedale e parte con Lolita in un viaggio on the road. L'uomo rivelerà la verità alla ragazzina solo dopo aver saputo che nel corso dell'estate ha avuto una relazione con un suo coetaneo: chiederà a Lolita di poter essere legalmente il suo patrigno, dopodiché inizia con lei una relazione perversa, in cui Lolita viene anche soggiogata psicologicamente da Humbert, che inizia a pagarla per le prestazioni sessuali convincendola che in caso di denuncia questo renderebbe colpevole anche lei.

Dopo un anno di viaggio, Humbert ottiene un lavoro in un college e iscrive Lolita in una scuola femminile, riempiendola di attenzioni nel timore che possa decidere di fuggire da lui. Tutto prosegue tranquillamente finché la ragazza non chiede di poter frequentare un corso di teatro, dove il regista, tale Quilty, resta colpito da lei. Nei giorni successivi Humbert e Lolita hanno una lite e la ragazza fugge. Quando Humbert riesce a ritrovarla, si accorge che la ragazza sembra nuovamente felice: è lei a questo punto a chiedere al suo patrigno (il cui rapporto è già sulla bocca degli abitanti della città) di riprendere il viaggio.

I due tornano quindi sulla strada, ma Humbert ha la costante sensazione di essere spiato e seguito. Il punto di svolta avviene quando Dolores si ammala e Humbert è costretto a portarla in ospedale. Da qui, Lolita fugge, portata via da un uomo che dichiara di essere suo parente, e per Humbert inizia una disperata ricerca della ragazzina, che sembra sempre non riuscire a ritrovare per un soffio. Stremato, dopo un po' l'uomo perde le speranze, e continua la propria vita, legandosi per due anni ad una donna di nome Rita.

LOLITA, CONCLUSIONE

Il libro si avvia alla conclusione quando Humbert riceve una lettera da Lolita, che gli racconta che l'uomo misterioso con cui aveva proseguito la sua fuga non era altri che Quilty, che aveva tentato di avviarla alla pornografia e che dopo il suo rifiuto l'aveva completamente abbandonata. Il suo attuale marito si chiama Richard: i due aspettano un figlio e hanno disperato bisogno di soldi.

Humbert va così a cercare Lolita, le lascia quattromila dollari e cerca di tornare da lei. Dopo il suo rifiuto, si mette sulle tracce di Quilty, lo trova e lo uccide. Per questo finirà in prigione, dove la morte lo raggiungerà lo stesso giorno di Lolita, che morirà dando alla luce suo figlio. Il libro appena terminato non è altro il libro di memorie del protagonista.

LOLITA, COMMENTO

Nabokov in Lolita narra un tema assolutamente fuori dagli schemi e socialmente inaccettabile per la morale dell'epoca. Tuttavia, non lo fa con l'intenzione di creare un romanzo erotico, tutt'altro. Lo spessore dei personaggi, che passa al lettore anche attraverso la lingua utilizzata, emerge attraverso l'ironia, la scelta lessicale, il continuo tentativo di spiegare i propri gesti tra le righe, quasi come se i protagonisti fossero alla perenne ricerca di un perdono.

Tra i critici, c'è anche chi ha parlato di Lolita come un'opera letteraria che mischia sapientemente realtà e fantasia: la realtà di una fuga inconsistente e conclusa, senza scopo, contro la fantasia di un amore idealizzato e desiderato dal protagonista, per un'adolescente che considera quello che sta vivendo come poco più di un gioco.

FENOMENO DEL LOLITISMO

Il fenomeno del lolitismo prende il nome proprio dal romanzo di Nabokov, ad indicare adolescenti ritratte dai mass media come smaliziate e provocanti, capaci di attirare l'attenzione di uomini di età maggiore, da cui la sindrome di Lolita.

    Domande & Risposte
  • Chi è l'autore di Lolita?

    Vladimir Nabokov

  • Chi è il regista del film tratto da Lolita di Nabokov?

    Stanley Kubrick

  • Come si chiama il protagonista di Lolita?

    Humbert Humbert